STAZZEMA. Si è conclusa con l’aggiudicazione definitiva alla Società Varia Versilia Ambiente S.r.l. di Pietrasanta il bando per la cessione in diritto di superficie di una porzione dell’Area Produttiva di Col del Cavallo compresa all’interno del Piano per gli insediamenti Produttivi. Nel 2015 era stato approvato l’atto di indirizzo inerente la concessione in disponibilità di area produttiva per la realizzazione di impianto di cogenerazione. Il bando ha assegnato alla Ditta vincitrice mediante concessione in diritto di superficie, per un periodo di 60 anni, di un lotto di terreno, facente parte dell’area P.I.P. Col del Cavallo. Il lotto assegnato all’interno dell’area P.I.P. di Col del Cavallo, è vincolato alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile mediante gassificazione di biomasse vegetali provenienti da attività agro-forestali, proveniente da filiera corta. L’impianto da realizzare dovrà sfruttare il processo di gassificazione del tipo “down draft a letto fisso”, in quanto riconosciuto universalmente come la soluzione più efficiente e pulita per la conversione dell’energia contenuta nella biomassa in energia elettrica e termica tramite la combustione del gas prodotto (Synngas) in motori endotermici. L’impianto sopra descritto dovrà avere una potenzialità nominale non inferiore a 200 Kw termici totali di cui una parte in Energia elettrica e la restante energia termica potrà essere utilizzata nell’essiccazione della biomassa. Per quanto riguarda la filiera corta delle biomasse legnose, l’assegnatario dovrà reperire il materiale (biomassa legnosa) entro una fascia di 70 chilometri di raggio dall’area oggetto di assegnazione.
“Si conclude un iter importante per il nostro territorio”, commentano gli amministratori di Stazzema, “perché inizia a vivere l’area del Col del cavallo come area produttiva per il nostro Comune che porterà benefici a tutta la Comunità. In un momento difficile per il lavoro e l’economia arriva per Stazzema un segnale concreto per il rilancio dell’attività agro forestale sulla quale punta molto l’Amministrazione Comunale e verso la quale stanno guardando anche piccole aziende locali. Si tratta della produzione di energia pulita come quella elettrica che si ottiene dalla biomassa ricavata dalla nostra zona e quindi, dal mantenimento dei nostri boschi in condizioni ottimali che ne garantiranno anche la sicurezza. Puntiamo oltre che alla ricaduta economica che non potrà che essere positiva anche ad altri due risultati: il primo la riqualificazione dell’area del Col del Cavallo, il secondo una tutela del patrimonio boschivo perché torni ad essere quella straordinaria risorsa per il nostro territorio, recuperando tutto quel legname che sarà utile a produrre energia elettrica in modo sicuro e controllato”. A vent’anni dalla tragica alluvione del 19 giugno 1996 prende forma e si concretizza il processo di messa in sicurezza del territorio attraverso il recupero della coltivazione del bosco.

(Visitato 213 volte, 1 visite oggi)
TAG:
ambiente appalto cogenerazione col del cavallo impianto Stazzema varia srl

ultimo aggiornamento: 30-01-2016


Laboratori didattici per il Giorno del Ricordo

Al via i lavori di restauro nella piazza della chiesa a Sant’Anna