In Colombia e Usa si parla di Viareggio - Carnevale di Viareggio Versiliatoday.it

In Colombia e Usa si parla di Viareggio

Due articoli promuovono i corsi mascherati di Carnevale esaltando i carri

VIAREGGIO. “Ci sarà sempre una buona scusa per visitare la città di Viareggio”. Inizia così un articolo de El Tiempo, uno dei principali quotidiani nazionali in Colombia, dedicato al Carnevale cominciato domenica scorsa: l’inviata Natalia Acuña offre un interessante affresco della principale manifestazione viareggina fornendo anche alcuni aneddoti storici – i primi movimenti dei carri, i materiali utilizzati, le costruzioni che hanno sfilato dalle origini ai giorni nostri – e indicazioni per i turisti.

La giornalista spiega che ogni anno il Carnevale accoglie 600mila spettatori e che la fama di Viareggio si deve prima di tutto a la magnitud de las carrozas, vale a dire al gigantismo dei carri. E tra quelle in gara quest’anno Natalia Acuña cita, curiosamente, due costruzioni i cui autori portano lo stesso cognome – “Io sono Dio” dei fratelli Stefano e Umberto Cinquini, nell’articolo tradotto come “Yo soy Dios”, e “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Emilio Cinquini che diventa “La insostenible ligereza del ser”. Lo stesso articolo è stato poi ripreso dal quotidiano venezuelano El Nacional.

blouin artinfo carnevale 2016

Ma si parla di Viareggio e del suo Carnevale anche in lingua inglese: la scorsa settimana è uscito su Blouin Artinfo, notiziario online del gruppo editoriale Louise Blouin Media specializzato in arte e cultura, un articolo sui “cinque Carnevali da visitare che non sono a Venezia”. Pur riconoscendo in qualche modo la preminenza alla città veneta, l’autore Low Lai Chow cita subito Viareggio per poi parlare di Basilea, Trinidad, Tenerife e New Orleans.

Il legendary Carnevale di Viareggio viene qui definito “il più grande evento popolare in Italia”: tra carri giganteschi, creazioni in cartapesta, colorati fuochi d’artificio e balli in maschera “non c’è da meravigliarsi che oltre 200mila visitatori, inclusi celebrità, politici e personalità famose, si riversino qui annualmente”.

(Visitato 250 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 12-02-2016 16:44