VIAREGGIO. “Ma di che si parla riguardo alle delibere bocciate dal Collegio Contabile del Comune? Lo ricordo a tutti quanti, in primo luogo a me stesso: il Collegio dei Revisori dei Conti dei Comuni non è più di nomina politica ma di nomina prefettizia, pertanto l’autorevolezza dell’organo, oltre alla competenza dei professionisti sui quali possiamo contare a Viareggio, è fuori discussione”. Lo afferma Massimiliano Baldini, capogruppo consiliare del Movimento dei Cittadini.

“Sono loro i primi ad avere il dovere di garantire la corrispondenza delle delibere agli obblighi di legge. E, per fortuna, il loro incarico non è più condizionabile dal voto consiliare sul rinnovo. Di conseguenza, una delibera che ha il parere negativo dei Revisori non si vota mai, a prescindere.

“Solamente una modificazione della delibera proposta dal Sindaco Del Ghingaro, magari anche frutto di un’ampia discussione in Consiglio Comunale, che possa cambiare il parere dei Revisori raccogliendone il via libera, potrà essere eventualmente presa in considerazione e votata.

“Purtroppo questa giunta in questi mesi ci ha dormito sopra, tentennando, sperando di ottenere rinvii al buio e si è affidata più agli spot della comunicazione Facebook che agli atti concreti richiesti sia dalle necessità amministrative che dalla stessa procedura fallimentare la quale, non a caso, ha richiamato all’ordine proprio il sindaco e l’assessore al bilancio, convocati davanti al giudice fallimentare lunedì scorso in Tribunale non certo per un plauso meritorio”.

(Visitato 114 volte, 1 visite oggi)
TAG:
massimiliano baldini revisori dei conti viareggio

ultimo aggiornamento: 19-03-2016


“Asp, il rammendo è peggiore dello strappo”

“Il piazzone chiede sicurezza: il sindaco che fa?”