Condannati ed arrestati per spaccio

Nel corso degli ultimi giorni i Carabinieri hanno eseguito un mirato servizio straordinario di controllo del territorio che ha interessato varie aree del Comune di Viareggio al fine di prevenire e reprimere la commissione di furti, scippi e dei reati in genere.

Nell’ambito di tali controlli i Carabinieri della Stazione di Viareggio, passando al setaccio le zone maggiormente frequentate da cittadini extracomunitari, hanno rintracciato e tratto in arresto un marocchino di 27 anni, domiciliato a Torino, nullafacente, pregiudicato, in quanto condannato alla pena definitiva di 11 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole del reato di spaccio di sostanze stupefacenti, commesso a Camaiore nel maggio 2013.

Terminate le formalità di rito il giovane è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Lucca dove sconterà la pena inflittagli.

Sempre i Carabinieri della Stazione di Viareggio hanno tratto in arresto un albanese di 22 anni, domiciliato in Viareggio, nullafacente, pregiudicato, poiché condannato alla pena definitiva di 2 anni e 8 mesi di reclusione in quanto riconosciuto colpevole di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare tale condanna deriva dall’arresto operato a Viareggio il 28 aprile 2015 dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile che nell’occasione trovarono il cittadino albanese in possesso di 30 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina suddivisa in 5 confezioni, di sostanza da taglio tipo mannite e di un bilancino di precisione. Il predetto sconterà la pena presso la Casa Circondariale di Lucca ove già si trova ristretto per altra causa.

Infine ancora i Carabinieri di Viareggio hanno notificato a un egiziano di 32 anni, in Italia senza fissa dimora, nullafacente, pregiudicato, l’ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Lucca che condanna il predetto alla pena definitiva di 1 anno e 4 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole del reato di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. In particolare il cittadino egiziano è stato condannato in quanto il giorno 11 febbraio 2012, mentre era in caserma a Viareggio poiché trovato in possesso di cocaina destinata allo spaccio, aveva aggredito violentemente i militari operanti tentando la fuga. Nell’occasione i Carabinieri riuscirono prontamente a bloccarlo riportandolo alla calma ma furono costretti a recarsi presso il pronto soccorso a causa delle lesioni patite.

Il cittadino straniero sconterà la pena presso la Casa Circondariale di Lucca dove già si trova ristretto per altra causa.

Aggiornato il: 12-04-2016 12:56