Il comando di polizia municipale rende noto il bilancio 2015 dell’attività amministrativa. “Si tratta – spiega l’assessore alla polizia municipale Alessio Felici – di un rendiconto complessivo, da cui si evince l’operato svolto dagli agenti impegnati su più fronti del settore amministrativo e l’ingente mole di lavoro portata a compimento soprattutto durante la stagione turistica. Va ricordato, infatti, che durante l’estate viene garantita la presenza di personale anche in orario notturno. Questo significa – prosegue l’assessore- che dobbiamo incrementare il numero degli agenti. Grazie al risparmio sui costi di gestione del personale, come già lo scorso anno, anche per la prossima stagione turistica, potenzieremo il comando e assumeremo per cinque mesi dagli otto ai dieci agenti. Qualcuno in più rispetto alla passata stagione, quando ne assumemmo sette. Del resto, Forte dei Marmi ha oggettive necessità di controllo del territorio, soprattutto in estate quando la popolazione quintuplica ed è per questo che non abbiamo ancora aderito al coordinamento unitario dei comandi di polizia municipale. A questo proposito ribadisco quanto ha già detto il sindaco, ossia che non siamo contrari a priori, ma non possiamo rinunciare ai servizi attualmente  offerti alla popolazione. Su un territorio di 9km2 abbiamo 26 agenti in servizio, compresi gli ufficiali. Una proporzione molto più elevata rispetto ad altri comuni e che in caso di coordinamento unitario verrebbe sicuramente ridotta a favore di altri territori”.

I dati resi noti dal comando, guidato dal Comandante Giuseppe Antonelli,  partono dall’ufficio infortunistica, che lo scorso anno ha rilevato 130  incidenti, dei quali 92 con lesioni a persona. Per quanto riguarda un altro comparto di sicuro interesse come quello delle contravvenzioni, si riscontra un introito totale di 1.430.000,00 euro per operazioni di rendicontazione e versamento alla tesoreria a seguito del pagamento di sanzioni amministrative. Il lavoro condotto riguarda 52.474 accertamenti fotografici visionati relativi agli accessi a varchi della ZTL, 31.206 verbali e preavvisi al Codice della Strada, 23.000 operazioni di acquisizione dati proprietari da banche dati Motorizzazione Civile  ed ACI- PRA,  24.211 eventi accertati per il relativo invio in notifica, 700 operazioni di ricerche anagrafiche/camerali, 714 operazioni di rinotifica a mezzo messi notificatori comunali, 6.000 verbali per la gestione di notifiche all’estero, 15.000 operazioni di gestione, rendicontazione e archiviazione documentale dei pagamenti  afferenti al Conto corrente postale, 1.000 operazioni d’inserimento nel programma di gestione, rendicontazione, archiviazione  documentale dei pagamenti presso il comando. Sono inoltre state effettuate  191 operazioni di decurtazione dalle patenti. Infine, sono stati inseriti circa 7.440 permessi temporanei e 2.346 permessi permanenti. L’ufficio di polizia amministrativa ha posto sotto sequestro oggetti amministrativi (ombrelli, biancheria, monili) e merci contraffatte come borse, capi di abbigliamento, calzature, cinture e occhiali per un totale di 1.823 pezzi. Inoltre, sono state elevate 7 sanzioni amministrative ed accessorie e successive modifiche (incauto acquisto) e sequestrati generi alimentari per le leggi sull’igiene e conservazione a cittadini extracomunitari che stavano per essere posti in vendita. Nel corso dell’espletamento di queste attività, sono stati  denunciati 6 soggetti per reati connessi all’immigrazione clandestina e al commercio di prodotti con marchio contraffatto e generi alimentari. In merito al commercio, i controlli di polizia amministrativa hanno accertato violazioni in corso di definizione, per un importo potenziale pari a 60.431,17 euro, di cui 8.112,00 euro  ed un ricorso in atto per una sanzione di 5.000 euro. La squadra di polizia giudiziaria ha svolto indagini sul commercio abusivo di merce contraffatta e su furti in autovetture, attraverso monitoraggio di soggetti e veicoli e pedinamenti sul territorio comunale e provinciale e nelle province di Massa Carrara, Pisa e Firenze. Le indagini sono state svolte in stretto contatto con la Procura della Repubblica di Lucca ed hanno portato all’individuazione   di una vera e propria associazione a delinquere, finalizzata alla commissione di furti su autovettura in sosta e all’utilizzo fraudolento di carte di credito e bancomat, provento dei furti. In questo particolare caso, sono stati richiesti e ottenuti provvedimenti restrittivi a carico di due soggetti responsabili dei reati, accertando l’illegittimo utilizzo di titoli elettronici per una cifra superiore ai 20.000,00 euro.  Sempre in merito all’attività di polizia giudiziaria, sono stati individuati e perseguiti soggetti intermediari fra i venditori di merce contraffatta sul demanio comunale  ed i fornitori. In almeno un caso è stato accertato il coinvolgimento di uno stabilimento balneare nell’attività illegale . Nel corso del 2015 sono state perfezionate le modalità tecniche di indagine, utilizzando, in mancanza dell’accesso alle banche dati, i social network per ricostruire i rapporti  degli indagati con terze persone. Inoltre, sono stati sviluppati e consolidati i rapporti con le altre forze di polizia che, per la prima volta, hanno riscontrato un flusso di informazioni  a doppio senso, a testimonianza dell’attività svolta dal Comando. In sintesi, queste operazioni hanno ricevuto 32 denunce/querele scritte, 44 CNR trasmesse alla Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Lucca, 18 persone segnalate  all’Autorità  Giudiziaria, delle quali due arrestate, 5 deleghe di attività di indagine, 8 perquisizioni domiciliari effettuate, 8 sequestri penali a seguito di indagini, 500 oggetti contraffatti sequestrati e circa 7.000 euro in contanti. Infine, 76 le notifiche effettuate su richiesta dell’Autorità Giudiziaria. Per quanto riguarda i permessi di sosta e transito rilasciati nel 2015 il totale è stato di 853, comprensivo di nuove richieste da parte di cittadini (391). “I dati che si evincono da questo rendiconto dell’attività del Comando della Polizia Municipale di Forte dei Marmi nel corso del 2015 – conclude Felici – mettono in risalto la grande mole di lavoro che viene svolta anche all’interno degli uffici di via Marco Polo. Infatti, dietro ad ogni pratica, dalla semplice multa per violazioni al codice della strada fino al sequestro di beni contraffatti, c’è un grande lavoro  alle spalle,  che gli stessi agenti devono compiere affinché  non venga vanificato da cavilli burocratici”.

 

 

 

 

(Visitato 105 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alessio felici bilancio 2015 Comune Forte dei Marmi polizia municipale

ultimo aggiornamento: 19-04-2016


Approvato il progetto definitivo–esecutivo della rotatoria fra via Vico e via XX Settembre

Il Premio Satira al comico tedesco Boehmermann