Nel corso dell’ultimo fine settimana sono proseguiti senza sosta i servizi di pattugliamento all’interno della pineta di ponente di Viareggio al fine di prevenire e reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti che interessa tale zona. Come disposto dal Prefetto di Lucca e dal Comandante Provinciale dei Carabinieri, durante il pomeriggio di domenica sono stati condotti mirati servizi di osservazione in abiti civili grazie ai quali i Carabinieri della Stazione di Viareggio e quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto in flagranza di reato un uomo, nato in Marocco classe 1989, in Italia senza fissa dimora,
nullafacente, pregiudicato, poiché ritenuto responsabile del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella medesima circostanza è stato anche deferito in stato di libertà alla competente Procura per i minorenni di Firenze un ragazzo classe 1999, sempre originario del Marocco, incensurato, complice dell’attività di spaccio.

In particolare i militari monitoravano con attenzione 2 cittadini extracomunitari che si aggiravano per la pineta con il tipico atteggiamento degli spacciatori. Infatti sono state osservate diverse cessioni di stupefacente e variacquirenti sono stati bloccati dai militari mentre cercavano di allontanarsi  frettolosamente dalla pineta. Ognuno di essi, difatti, è stato trovato in possesso di dosi di cocaina o hashish che sono state immediatamente sequestrate.
I Carabinieri hanno deciso allora di intervenire mentre l’uomo stava cedendo 3 involucri ad un acquirente Italiano. L’azione dei militari è stata così rapida ed efficace che i 2 cittadini marocchini non sono riusciti neanche ad accennare una minima fuga. In particolare i 2 spacciatori sono stati sorpresi dall’intervento di un Carabiniere donna che passando inosservata era riuscita ad appostarsi a poche decine di metri dai 2 fingendo di allenarsi eseguendo esercizi a corpo libero. I cittadini stranieri sono stati quindi condotti in caserma e a seguito di perquisizionel’uomo è stato trovato in possesso di 695 euro in contanti mentre il minorenne era in possesso di 240 euro, il tutto probabilmente provento dell’attività di spaccio. L’acquirente invece consegnava 2 dosi di cocaina ed una dose di hashish per le quali aveva pagato 50 euro. Terminate le formalità di rito l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza dove attende la celebrazione dell’udienza di convalida che avrà luogo questa mattina presso il Tribunale di Lucca mentre il minorenne è stato affidato ad una specifica comunità. Tutti gli acquirenti identificati, come previsto, saranno segnalati alla Prefettura di Lucca per le pratiche burocratiche previste per i consumatori di sostanze stupefacenti.

(Visitato 789 volte, 1 visite oggi)
TAG:
arresto carabinieri cronaca droga pineta spaccio viareggio

ultimo aggiornamento: 26-04-2016


Scompare dopo lunga malattia noto artigiano viareggino

Daspo per sei ultras del Viareggio