Il consiglio comunale di Viareggio dice no all’ipotesi di accorpamento con la zona apuana e rivendica l’autonomia della Versilia nella partita per la ridefinizione delle zone-distretto sanitario”.

“Nel prossimo mese di giugno il Consiglio regionale sarà chiamato a discutere la revisione degli ambiti territoriali delle zone-distretto individuandole all’interno delle tre nuove aziende Usl e, in linea con quanto espresso congiuntamente anche da Anci e FederSanità, questa mattina il consiglio comunale di Viareggio ha approvato all’unanimità la mozione presentata da Rodolfo Salemi, capogruppo di Forza Italia, volta al riconoscimento dell’area dei sette Comuni della Versilia come zona-distretto sanitario.

“Sulla base della nuova legge del Sistema Sanitario Regionale Toscana i singoli Comuni potevano avanzare proposte per la ridefinizione degli ambiti”, dichiara Salemi. “Alla vigilia di un possibile accorpamento con Massa era fondamentale che Viareggio esprimesse la sua volontà con un atto formale. Le zone-distretto hanno il diretto controllo della gestione, dei finanziamenti e dell’organizzazione dell’attività socio-sanitaria sul proprio territorio e per questo è di tutta evidenza l’importanza che assume mantenere autonoma la Versilia da realtà più grandi che, inglobandoci, finirebbero per porre in secondo piano le nostre esigenze”.

(Visitato 102 volte, 1 visite oggi)
TAG:
rodolfo salemi sanità viareggio

ultimo aggiornamento: 19-05-2016


“Il sindaco strumentalizza il voto dell’opposizione”

Morte Pannella, le condoglianze del Partito Liberale