“Abbiamo sempre detto che avremmo rispettato le decisioni del Tar senza fare il tifo per nessuna delle parti, poiché i cittadini hanno bisogno di avere la certezza del risultato elettorale, fondamento della democrazia”, lo scrivono per il PD Giuseppe Dati, segretario territoriale, Filippo Guidi segretario comunale e Luca Poletti, capogruppo consiliare.

“Purtroppo c’è stata una gestione a dir poco “cialtronesca” del procedimento elettorale, per responsabilità della quale Viareggio vivrà una fase di ulteriore incertezza amministrativa. Il terzo commissariamento in quattro anni non è una buona notizia per la città, e dunque ci auguriamo che si possa quanto prima risolvere la situazione ridando a Viareggio un governo pienamente legittimo, nell’interesse di tutti, per lavorare alla soluzione dei problemi urgenti e complessi che abbiamo di fronte. Il PD analizzerà attentamente la sentenza valutando appieno anche i risvolti politici e amministrativi, di cui discuterà democraticamente nei suoi organismi e in rapporto con la segreteria regionale.”

(Visitato 248 volte, 1 visite oggi)

Meloni: “Baldini fermato dai brogli. Ci prenderemo la meritata vittoria”

Del Ghingaro: “Lascio agli altri la responsabilità di andare avanti”