Un milione di euro come contributo all’edizione 2016 finito di erogare lo scorso luglio, a cui vanno aggiunti 200mila euro in attesa di essere versati, e la promessa di un ulteriore milione di euro per i prossimi corsi mascherati: è questo l’impegno che la Regione Toscana vuol prendersi a sostegno del Carnevale di Viareggio e della sua Fondazione.

“Grazie al saldo del contributo 2016 abbiamo potuto erogare le ultime spettanze ai carristi”, spiega la presidente della Fondazione Carnevale Maria Lina Marcucci. “La vicepresidente della Regione Monica Barni si è impegnata a trovare per l’esercizio finanziario 2016 altri 200mila euro provenienti dalla tesoreria. Inoltre ha confermato la volontà di stanziare anche per il prossimo Carnevale un contributo da un milione di euro”.

A questo potrebbe aggiungersi pure un impegno economico da parte del Comune di Viareggio: “Nella delibera di giunta dello scorso giugno era presente una variazione di bilancio che metteva a disposizione 300mila euro per il Carnevale e altrettanti per il Festival Puccini andando a prenderli dai proventi della tassa di soggiorno”, fa presente il commissario prefettizio Fabrizio Stelo. “L’atto doveva essere discusso in consiglio comunale, ma poi la sentenza del Tar ha fatto saltare tutto. Mi è stato naturalmente fatta presente questa modifica al bilancio di previsione e io l’ho confermata, avendo il parere favorevole dei revisori dei conti”. Quanto al contenzioso tra Fondazione Carnevale e Comune per il mancato versamento del contributo 2014, “stiamo studiando le carte: ciascuna delle due parti in causa porta giustamente avanti le proprie istanze, ma essendo come in un rapporto tra madre e figlia cercheremo di venirci incontro”.

Ci sono, poi, le banche: “Senza la linea di credito adottata dal Monte dei Paschi di Siena non avremmo potuto, e non potremmo, anticipare le risorse ai costruttori”, prosegue Marcucci. “Stiamo solo negoziando sui tassi che ci vengono applicati. E poi anche la Cassa di Risparmio di San Miniato ci sta sostenendo, così come la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca che ha stanziato 180mila euro a fondo perduto per la passata edizione”.

Ma Burlamacco vuole andare a caccia anche di altri finanziamenti. “Ci siamo rivolti a Claudio Barbieri e alla sua società che si occupa di raccolta pubblicitaria e ricerca di sponsorizzazioni”, conclude Marcucci. “Nel prossimo triennio puntiamo a creare un supporto maggiore al Carnevale da parte delle imprese viareggine, ma anche da quelle lucchesi nel settore cartario. E stiamo stringendo accordi con un grande operatore italiano conosciuto in tutto il mondo che ci aiuterà ad essere presenti a New York e, più in generale, nei più ricchi mercati occidentali”.

(ultimo aggiornamento ore 19:44)

(Visitato 278 volte, 1 visite oggi)

Carnevale 2017, la presentazione dei bozzetti alla Cittadella

La Siae partner del Carnevale di Viareggio