Il Movimento 5 Stelle Pietrasanta, congiuntamente al Movimento 5 Stelle Seravezza, comunica di aver presentato una mozione che impegna le rispettive amministrazioni comunali ad attivarsi con urgenza in ambito ATO, conferenza territoriale Toscana Nord a cui i nostri comuni appartengono, al fine di ristrutturare la tariffazione per utenze domestiche non più per utenza, ma tenendo conto del numero di componenti del nucleo familiare.

“Una simile modificazione” spiega il M5S “Produrrebbe un sistema tariffario più equo e sostenibile per le famiglie facenti parte della nostra conferenza territoriale sostituendo la tariffazione attuale ritenuta dai proponenti iniqua basandosi su fasce di prezzo e scaglioni di consumo annuali attribuiti per utenza.

Con la richiesta di mettere in discussione la mozione al prossimo consiglio comunale utile si ricorda che il Movimento ha presentato nel nostro comune anche una mozione denominata “Mozione su trasparenza attività di promozione” che impegna la giunta a ridefinire la pagina amministrazione trasparente con l’aggiunta di informazioni e rendiconti puntuali delle spese di promozione e rappresentanza rendendole facilmente leggibili da qualunque cittadino.”

Di seguito il testo delle due mozioni.
Tariffa Servizio Idrico
Trasparenza attività di promozione

Mozione Per Impegnare L’amministrazione Comunale Ad Attivarsi
In Ogni Opportuna Sede Per La Modifica Dell’ Articolazione
Tariffaria Vigente In Materia Di Servizio Idrico Integrato.

Premesso che con Legge Regionale 28/12/2011 , n° 69 :

è stata costituita l’Autorità Idrica Toscana (AIT) quale ente rappresentativo di tutti i Comuni appartenenti all’ambito territoriale ottimale comprendente l’intera circoscrizione territoriale regionale;

il territorio regionale è stato suddiviso in sei Conferenze Territoriali, ciascuna delle quali comprendente i Comuni già appartenenti alle ex AATO di cui alla Legge Regionale n°81/1995;

ciascuna Conferenza Territoriale è composta dai Sindaci, o loro delegati, dei Comuni ricadenti nell’ambito territoriale di riferimento;
che questo Comune fa parte della Conferenza Territoriale n°1 Toscana Nord;

Ricordato in particolare che:

i Sindaci di ciascuna Conferenza Territoriale, o i loro delegati, si riuniscono ai sensi dell’art.14, comma 1 della L. R., allo scopo di “ definire la tariffa del servizio idrico e relativi aggiornamenti per il territorio di competenza, da proporre all’Assemblea” e di “formulare proposte e indirizzi per il miglioramento dell’organizzazione del servizio”;

Preso atto che per la classe di utenza “Domestica residente” anche in occasione dell’ultima modifica apportata lo scorso dicembre alla struttura dei corrispettivi – vigente dal 1° gennaio 2016 nell’ambito territoriale gestito da Gaia SpA – è stato mantenuto un sistema tariffario iniquo, basato su fasce di prezzo e scaglioni di consumo annuo attribuiti “ per utenza” indipendentemente dal numero di persone che risiedono nell’unità immobiliare servita; Ritenuto non ulteriormente rinviabile l’introduzione di un equo meccanismo tariffario che tenga nella dovuta considerazione il numero dei componenti del nucleo familiare di ogni utenza “domestica residente”;

Si impegna Sindaco e Giunta

ad attivarsi con urgenza in ambito Conferenza Territoriale n° 1 Toscana Nord e in ogni altra opportuna sede decisionale, perché nella determinazione delle tariffe del servizio idrico integrato venga applicato un metodo di ripartizione dei costi più giusto, introducendo un sistema tariffario che , per le utenze “domestiche residenti”, nell’attribuzione degli scaglioni di consumo annuo da 0 a 30 metri cubi ( a tariffa agevolata) e da 31 a 100 metri cubi ( a tariffa base), tenga conto del numero dei componenti il nucleo familiare , assegnando cioè tali quantitativi di consumo annuo non “per utenza” ma “per ogni componente” della famiglia servita dall’utenza.

Mozione su trasparenza attività di promozione

PREMESSO CHE

La trasparenza è uno degli obblighi formali e sostanziali di una buona amministrazione ed una opportunità per spiegare in modo chiaro come una amministrazione opera nella quotidianità e spende i soldi dei cittadini

CONSIDERATO CHE

L’accesso alle informazioni nella sezione “Amministrazione Trasparente” del sito del Comune è abbastanza farraginoso e poco comprensibile;
Non è semplice, per un normale cittadino, accedere a delibere e determine per verificare voce per voce le singole spese o impegni di spesa;

L’attività di promozione del territorio, sia per quanto riguarda le trasferte in Italia ed all’estero di una nostra delegazione, che l’ospitalità offerta a soggetti in visita del nostro territorio è una delle tante voci di spesa del bilancio che dovrebbe essere rendicontata al centesimo e non forfettaria;

SI IMPEGNA LA GIUNTA A

1. Rendere la sezione “Amministrazione Trasparente” sia resa più facilmente fruibile da un qualsiasi utente della rete;
2. Far sì che tutte le voci di spesa relative a promozione e rappresentanza siano rendicontate e non forfettarie rendendole pubbliche e facilmente consultabili;
3. Rendere le modalità di identificazione dei partner degli eventi siano rese trasparenti mediante pubblicazione degli inviti a partecipare o delle richieste inviate/pervenute dal/al Comune;
4. Ampliare la sezione “Amministrazione Trasparente” con una sotto-sezione interamente riguardante le spese di promozione e rappresentanza con tutte le informazioni di cui ai punti 2 e 3.

(Visitato 84 volte, 1 visite oggi)

Costituita la federazione provinciale del Pci

“Come sta la sanità pubblica?” Il M5S ne discute all’hotel La Pace