Assemblea dei soci Confcommercio Viareggio: il bilancio del presidente Piero Bertolani - Confcommercio Versiliatoday.it

Assemblea dei soci Confcommercio Viareggio: il bilancio del presidente Piero Bertolani

Confcommercio Viareggio si prepara a rinnovare i suoi organi direttivi: manca ormai poco all’assemblea dei soci, prevista per lunedi 24 alle ore 21 nella sede di via Repaci 18.

Un momento di incontro e confronto confronto imprescindibile per gli imprenditori del territorio, in modo da individuare le linee da seguire a livello sindacale ed operativo nei prossimi anni.

Durante l’assemblea sarà fatto il punto su quanto fatto in questi anni e verranno tracciate le priorità di intervento, individuando anche i soggetti che in prima persona, nel consiglio direttivo, porteranno avanti in tutte le sedi opportune le istanze che usciranno dall’incontro.

E’ il presidente uscente Piero Bertolani a fare il bilancio sul triennio che va a concludersi: « Ho avuto l’onore di presidere la Confcommercio Viareggio da dicembre 2013 e penso di poter essere orgoglioso dei risultati raggiunti in questi quasi 3 anni, grazie anche al lavoro di tutto il consiglio direttivo e dei funzionari dell’ufficio di via Repaci.

Ci siamo trovati ad operare in un contesto molto difficile, reso ancor più accidentato soprattutto da 2 ordini di fattori: da un punto di vista generale, ci siamo scontrati con la peggiore crisi economica dal dopoguerra ad oggi, che anche qui a Viareggio ha fatto sentire i suoi pesantissimi effetti portando alla chiusura centinaia di aziende in pochi anni.

Oltre a ciò la peculiare situazione amministrativa del comune di Viareggio, con 3 commissariamenti in 3 anni, ci ha costretti a cambiare interlocutore politico più volte senza riuscire a trovare quella continuità necessaria per discutere e progettare i provvedimenti necessari per il rilancio della città da un punto di vista sia strutturale (urbanistica, infrastrutture) che strategico (promozione turistica e revisione dei regolamenti su commercio e tributi).

Nonostante questo, Confcommercio non ha mai rinunciato alla propria opera sindacale, sollecitando e partecipando alle concertazioni sugli argomenti di rilievo per le imprese cittadine, ottenendo- tra le altre cose- la stipula del nuovo regolamento di polizia e decoro urbano atteso da anni, la rimodulazione del piano dello spazzamento che nella versione originale andava a danneggiare le attività. Purtroppo non abbiamo fatto in tempo a completare la revisione del sistema di raccolta differenziata, per l’interruzione del mandato amministrativo della giunta in carica.

La nostra Associazione si è imposta anche attraverso una capillare azione associativa sul territorio, il patrocinio ad eventi ormai consolidati (White Party e Pasion Latina) e l’organizzazione di iniziative di grande richiamo sia commerciale (Black Friday e Primo Regalo) che turistico (Notte Bianca della Passeggiata, che alla prima edizione ha richiamato decine di miglia di presenze, ma anche la realizzazione delle luci di Natale e la sistemazione dei 4 alberi natalizi nelle piazze cittadine).

Abbiamo consolidato il nostro ruolo istituzionale attraverso la partecipazione ai tavoli organizzati dalla Prefettura e dalla Questura in materia di ordine pubblico e abusivismo commerciale, evidenziando la difficile situazione in cui versano le attività da un punto di vista di sicurezza, con il risultato di ottenere maggiore attenzione e controlli in punti critici della città come piazza Dante e le due pinete.

Proprio per questo ci siamo resi promotori di un progetto-pilota di sorveglianza notturna dei negozi in Passeggiata, grazie alla convenzione con un’agenzia privata di vigilanza a prezzi favorevoli, che ha diminuito furti e spaccate nella zona: progetto che potrebbe quindi essere esteso ad altre zone interessate.

Il ruolo propositivo che abbiamo cercato di svolgere a sostegno delle imprese ha portato alla creazione del nuovo Centro commerciale della Passeggiata ed alla redazione di un protocollo di intesa (condiviso con Confesercenti) per il recupero e rilancio della zona pedonale del centro città. In più siamo riusciti ad avviare una collaborazione con l’agenzia marittima Vannucci per lo sbarco dei crocieristi a Viareggio, che ci auguriamo di ripetere anche la prossima estate.

In questi anni, a partire dal consiglio comunale aperto del gennaio 2014 da noi espressamente richiesto per esporre le problematiche relative alla situazione commerciale e turistica della città, abbiamo sostenuto la nostra posizione su tutte le questioni rilevanti per lo sviluppo della città e delle sue imprese.

Il rispetto dei valori della legalità, del decoro e dell’accoglienza, fondamentali per una città a vocazione turistica come Viareggio; la necessità di un ripensamento sullo svolgimento del Carnevale e di una maggiore attività di promozione della ricca offerta turistica, anche attraverso una destagionalizzazione ragionata; la richiesta di maggiore attenzione da parte della politica alle istanze delle piccole e medie imprese, come dimostrato con le plurime richieste di razionale revisione del sistema normativo dei tributi locali o con quelle relative ad una funzionale strutturazione dei dehors dei pubblici esercizi in Passeggiata.

Proprio a proposito del Carnevale, abbiamo consolidato e rafforzato i rapporti con la Fondazione Carnevale, ottenendo la presenza di un nostro membro nel consiglio di indirizzo, attualmente presieduto proprio da Beatrice Taccola. Un primo segno di questo rinnovato legame è stata la concessione dell’ingresso gratuito in Passeggiata fino alle ore 12 nei giorni dei corsi, in modo da agevolare le attività che altrimenti avrebbero un giorno di sostanziale chiusura.

Sono solo alcuni dei traguardi che Confcommercio è riuscita a tagliare e posso quindi dire, in chiusura, che il bilancio di questo triennio non può che essere positivo anche se siamo consepevoli che il lavoro da fare è ancora tanto affinché il tessuto imprenditoriale cittadino torni ad essere la vera forza motrice del territorio».

(Visitato 51 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 19-10-2016 17:15