Lo scorso 24 ottobre la Polizia di Viareggio ha tratto in arresto un 30enne rumeno, residente a Genova, per furto aggravato in concorso.

In particolare, la Squadra Volante è intervenuta presso il supermercato “Conad” in Via della Gronda, a seguito di richiesta della direttrice che, grazie all’impianto di videosorveglianza, aveva notato  due persone che, aggirandosi tra i banchi e approfittando dell’assenza di clienti, avevano riempito un borsone con alcolici e profumi, per un valore complessivo di circa 400 euro.

Superate le casse, i due uomini venivano fermati, ma si davano immediatamente alla fuga, abbandonando la refurtiva.

Tuttavia, la direttrice riusciva a seguire uno dei due e, senza perderlo di vista, chiamava il 113.

Giunti celermente, i poliziotti lo hanno intercettato lungo via Dei Ciabattini e lo hanno bloccato.

Il cittadino rumeno, gravato da pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio e da un divieto di dimora nella regione Liguria, veniva  accompagnato negli uffici del Commissariato di Polizia e tratto in  arresto.

Nella giornata di ieri è stato anche celebrato il giudizio per direttissima, conclusosi con la condanna del rumeno alla pena di 10 mesi di reclusione e 600 euro di multa, con sospensione e applicazione del divieto di dimora nella Provincia di Lucca.

(Visitato 636 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento