"A piazza Dante servono provvedimenti certi come l'ordinanza di Stelo" - Politica Viareggio Versiliatoday.it

“A piazza Dante servono provvedimenti certi come l’ordinanza di Stelo”

“Posso anche capire che il responsabile del dipartimento immigrazione della Cgil Lucca, Hamid Hajjam, non abbia apprezzato il provvedimento del commissario prefettizio Stelo per piazza Dante. Ma proprio per l’incarico che gli è stato assegnato, Hamid dovrebbe essere il primo a non perdere contatto con la realtà”. Lo scrive Alessandro Santini, coordinatore comunale di Forza Italia.

“Quando parla di “attività aperte che scoraggiano i malintenzionati”, lo sa che “i malintenzionati” erano abituati a radunarsi in alcune di quelle “attività aperte” alle quali il commissario ha imposto la chiusura alle 19,30? Lo sa che quel provvedimento è frutto di controlli, studi, appostamenti e monitoraggi continui e ripetuti da parte di tutti gli attori che hanno il dovere istituzionale, Prefettura in testa, di recepire le istanze dei nostri territori?

“Nelle stazioni di Milano Centrale, Roma Termini e Firenze Santa Maria Novella bisogna esibire il biglietto ai gate per accedere ai binari, sottoponendolo al controllo del personale di Fs addetto alla security. Ma nella “piccola” Viareggio (piccola a confronto di queste grandi centri metropolitani), Hamid è convinto che le Ferrovie dello Stato investiranno così facilmente forze e risorse? E se non lo faranno, come probabile, chi dovrebbe fornire e pagare il personale incaricato di controllare gli accessi ai binari? Il Comune di Viareggio, che è in dissesto? O il Ministero dell’Interno, che a stento riesce a coprire con uomini e mezzi le esigenze “ordinarie” di sicurezza del territorio?

“Ancora, spostare il terminal bus in piazza Dante: a questo progetto stava lavorando la giunta del sindaco Lunardini; parliamo di 6-7 anni fa, quando gli enormi problemi di sicurezza che ora si vivono in zona stazione avevano dimensioni ben più contenute. Oggi, con i nuovi scenari e vedendo le condizioni di piazza d’Azeglio, attuale sede del terminal bus, credo che questo trasferimento potrebbe solo complicare (per non dire aggravare) la situazione.

“Infine, la proposta della farmacia h 24: Hamid Hajjam ha idea di come funziona una farmacia notturna? Lo sa che tutto avviene tramite uno sportello e un interfono e che non c’è contatto, neanche visivo, fra il farmacista e il cliente? Cosa porterebbe, di utile alla sicurezza di piazza Dante, una struttura di questo tipo?

“Piazza Dante, caro Hamid, non ha bisogno di buone intenzioni o suggerimenti campati in aria ma di provvedimenti reali e concreti. Quello del commissario Stelo è uno di questi e, oltretutto, pare che stia dando buoni risultati”.

(Visitato 143 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 02-11-2016 14:59