Avviato lo scorso mese di agosto con l’acquisizione di quattro telecamere mobili e con l’inasprimento delle sanzioni per l’abbandono incontrollato dei rifiuti, il piano dell’Amministrazione Comunale contro i “furbetti di paese” inizia a dare i primi risultati concreti. Sono in corso di notifica proprio in questi giorni infatti le prime maxi multe elevate dalla Polizia Municipale per un totale di 2.600 euro. Altri filmati già acquisiti sono in corso di verifica per l’accertamento di nuove infrazioni e l’identificazioni dei responsabili.

«Abbiamo fatto la scelta di telecamere di tipo mobile per avere massima libertà operativa, intervenendo in quelle zone del territorio che di volta in volta si rivelano più sensibili sul problema rifiuti», commenta l’assessore all’ambiente Dino Vené. «I posizionamenti e i monitoraggi sono gestiti sulla base delle segnalazioni raccolte dalla polizia municipale e dall’ufficio ambiente. I dati comprensoriali sulla raccolta differenziata certificano Seravezza come il Comune più virtuoso: è nostro dovere pertanto monitorare il territorio e sanzionare la sparuta minoranza di nostri concittadini che, non rispettando le regole, danneggiano la collettività sotto il profilo economico e d’immagine».

 

Ricordiamo quali sono gli attuali importi minimi e massimi delle sanzioni: per ogni infrazione all’ordinanza che disciplina le modalità di conferimento dei rifiuti solidi urbani nelle zone soggette a raccolta “porta a porta” e per l’abbandono incontrollato di rifiuti si paga una somma variabile da un minimo di 100 ad un massimo di 600 euro (pagamento in misura ridotta di 200 euro). Gli importi raddoppiano (200-1200 euro, pagamento in misura ridotta di 400 euro) in caso di abbandono di rifiuti ingombranti.

abbandono riufiutiL’ufficio ambiente ricorda che il centro intercomunale di raccolta di via Ciocche consente a tutti i cittadini residenti nei comuni di Seravezza, Forte dei Marmi e Pietrasanta di conferire in maniera comoda e totalmente gratuita una grande varietà di rifiuti. Presto il centro sarà abilitato anche alla ricezione di abiti usati poiché il Comune ha concordato con Ersu la rimozione di tutte i raccoglitori di colore giallo attualmente dislocati sul territorio.

(Visitato 1.641 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento