Marco Innocenti, Fare Squadra. Recensione del libro di Erika Pucci

Marco Innocenti, Fare Squadra [recensione]

Debutta una nuova serie per lo scrittore toscano amato in Versilia

Marco Innocenti, Fare Squadra – Debutta una nuova serie per lo scrittore Toscana amato in Versilia

“Fare squadra”, un inno alla collaborazione e all’amicizia oltre i condizionamenti. Il calcio giovanile da sfondo a un romanzo tenero e avvincente che conquista grandi e piccoli

Marco Innocenti, scrittore poliedrico per grandi e piccoli, conosciuto ai giovani alunni versiliesi per le sue entusiasmanti presentazioni, torna in libreria con il primo volume di una nuova serie rivolta agli adolescenti dai 10 ai 13 anni dall’emblematico titolo “Fare squadra”. Protagonisti sono tre calciatori prodigio, Paolo, Sophie e Rodrigo ingaggiati nel campionato giovanile inglese.

L’ autore ci immerge con delicatezza nel mondo dello sport e dell’adolescenza, dando vita a una trama che gradualmente si fa avvincente e emozionante.

 Marco Innocenti – il calcio giovanile

Marco Innocenti ha avuto coraggio nel portare al centro dell’attenzione il calcio giovanile, ambiente spesso ambivalente. Da un lato ci regala dei protagonisti splendidamente umani e realistici, tra inquietudini, dubbi, difficoltà legate al passaggio all’età adolescenziale, primo fra tutti il distacco della famiglia. Vivere un’avventura all’estero implica lasciare le abitudini e le certezze delle mura familiari e immergersi in un mondo diverso, contare su se stessi. D’altra parte i ragazzini protagonisti sono spontanei, umili e grazie alla loro personalità il calcio risulta essere prima di tutto uno dei grandi giochi della vita dove si impara a fare squadra, a dare spazio alla perseveranza, alla fiducia reciproca, alla sfida con se stessi, il tutto condito con i naturali stupori dell’età.

Nel romanzo si respira un’aria molto europea: le culture di provenienza dei ragazzi coinvolti riescono a incontrarsi e a convivere attraverso complicità crescenti e riti inconsapevoli e significativi come il cibo e il gioco. Il romanzo scorre piacevolmente, si adatta sia alla lettura individuale che di classe.

E’ nel suo insieme un inno al gioco di squadra, al superamento dei personalismi, alla collaborazione oltre la competizione, lezioni fondamentali anche fuori dal campo di calcio.

Decisivo nel romanzo il ruolo giocato dal superamento dello stereotipo di genere: Sophie incarna un’adolescente consapevole della propria femminilità, capace di vincere i pregiudizi e le sottili prevaricazioni maschili in ambito sportivo. Il valore di Sophie è qualcosa che va al di là dell’aspetto calcistico: è un modo di approcciarsi alla vita dove sogni professionali e personali, relazioni e pensieri spiccano il volo senza condizionamenti di genere, finalmente.

 di Erika Pucci (@erykaluna)

Recensione offerta dalla Libreria La Vela di Viareggio

Marco Innocenti, Fare Squadra

Marco InnocentiFARE SQUADRA di Marco Innocenti illustrazioni di Maria Cristina Costa 140 pagine, ed. Corsare, 15×21 ISBN 978-88-99136-16-1 E. 12,00

Questo il sito dell’autore, Marco Innocenti

(Visitato 563 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 04-12-2016 19:45