“Un’altra vittima, guardiamoci nella coscienza e torniamo in consiglio comunale”.

Lo scrive Rodolfo Salemi, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale.

“Un mese fa ho protocollato una mozione affinché si intercedesse presso RFI per la realizzazione di un muro che impedisca l’attraversamento dei binari nell’ambito della Stazione ferroviaria di Torre del Lago e, contestualmente, chiesi alla capigruppo che questa venisse discussa subito, anteponendola agli altri Odg per una questione di merito: vietato aspettare oltre. Alcuni mi risposero di no.
Nella relazione del 23 maggio 2016 della Commissione di Indagine della Direzione Generale per le Investigazioni Ferroviarie e Marittime del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti inerente gli eventi incidentali occorsi in ambito di stazioni o relative pertinenze si annoveravano già, per la sola Stazione di Torre del Lago, sette investimenti di persone, di cui tre mortali, ed altre diciassette presenze di estranei lungo la sede ferroviaria e, a seguito di specifico sopralluogo, sia nella tratta ferroviaria Pisa-Torre del Lago Puccini che nella Stazione di Torre del Lago, fu evidenziata la necessità di intervenire, con urgenza, prevedendo specifiche misure per impedire l’accesso alla sede ferroviaria e l’attraversamento dei binari. L’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie recepì le raccomandazioni ministeriali e nel giugno 2016 le trasforma in specifiche prescrizioni per RFI che scrive a ANSF nel luglio 2016, impegnandosi per la realizzazione di 550 metri di recinzione ma, preso atto che gli interventi realizzati fino ad oggi sono risultati inefficaci de facto, come recinzioni abbattute o reti sradicate, torniamo subito il consiglio comunale per chiedere, insieme alla cittadinanza di Torre del Lago che ha già raccolto oltre mille firme, un muro che impedisca definitivamente l’accesso ai binari”.

(Visitato 113 volte, 1 visite oggi)

Legambiente contro Del Ghingaro: “il Papa Straniero”

Caos Forza Italia: Santini “sfiducia” il capogruppo Salemi