Confcommercio imprese per l’Italia province di Lucca e Massa Carrara si fa portavoce del disagio di alcune imprese in relazione all’apertura del cantiere in località Ponte alla Gora.

«L’apertura sul territorio di alcuni cantieri per la manutenzione e la sistemazione di opere pubbliche- si legge nella nota dei commercianti raccolta dall’Associazione- è spesso un momento delicato per alcune conseguenze che porta con sé.

L’intento, senz’altro lodevole di cura del bene pubblico, diventa però pregiudizievole quando come in questo caso si vanno a penalizzare pesantemente attività commerciali e cittadini, perché le modalità di svolgimento dei lavori sono troppo invasive.

Infatti per la copertura di una fossetta e conseguente creazione di un marciapiede, si è provveduto a chiudere la strada ex provinciale nel senso mare-monti.

I lavori, come ci è stato annunciato, dureranno a lungo: è comprensibile quindi che la ventina di esercizi commerciali che insistono sul tratto interessato subiranno un drastico ridimensionamento dei loro affari in conseguenza di questa chiusura.

Si chiede pertanto che nei momenti di pausa dei lavori, che durano otto ore al giorno per cinque giorni alla settimana, il doppio senso di circolazione venga ripristinato attraverso l’installazione di un impianto semaforico, come sempre avviene in questi casi.

Questo anche per alleviare i disagi dei cittadini, specialmente in orario di rientro, che si vedono costretti ad intasare le vie adiancenti e per smaltire tutto il carico di traffico bisogna ricorrere all’utilizzo di ben tre vigili urbani».

(Visitato 154 volte, 1 visite oggi)
TAG:
confcommercio disagi lavori ponte alla gora

ultimo aggiornamento: 13-05-2017


Premio innovazione Confcommercio a Fabrizio Lazzarini del CCN Tre Fontane

“Versilia Yachting, un grande successo per tutta la città”