Se ne è andata oggi la dottoressa Stefania Campetti, archeologa e responsabile per tanti anni dell’ufficio musei del Comune di Camaiore.

Stefania Campetti era andata in pensione nel 2015 dopo aver dato il suo valido contributo e il suo apporto di passione espresso in tanti anni di servizio.

Tanti i messaggi di cordoglio apparsi sui social network per ricordare la donna.

“Apprendo ora che è scomparsa Stefania Campetti – scrive il segretario versiliese di Rifondazione Comunisra, Jan Vecoli – un suo grande cruccio, negli anni, è stata la mancata sistemazione dell’area archeologica dell’Acquarella, sito sul quale mi sono laureato io. Stefania mi sostenne molto, mentre preparavo la tesi, nel reperimento del materiale accumulato negli anni in quell’area, sempre con disponibilità.Purtroppo, ma saggiamente, è stato poi deciso, a quanto mi risulta, di ricoprire il sito stesso, dal momento che quando non ci sono risorse e non c’è una vera volontà politica di recupero e rilancio, i siti archeologici è meglio ricoprirli. La terra conserva per millenni molto meglio della cattiva volontà politica. Non so di cosa sia morta, ma la cosa mi rattrista molto. E’ mancata una grande professionista.

(Visitato 1.102 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore cronaca lutto musei stefania campetti

ultimo aggiornamento: 14-06-2017


Pista ciclopedonale: installati otto pannelli con immagini d’epoca del Ponte di Tavole e della Via di Marina

Torna la classifica tra i tappeti di segatura