Proseguono senza sosta i controlli dei Carabinieri a Viareggio al fine di prevenire e contrastare la commissione di furti, scippi e rapine.
Infatti, come stabilito dal Prefetto di Lucca e dal Comandante Provinciale dei Carabinieri, sono continuate per tutto il fine settimana le attività di prevenzione e repressione dei reati nelle zone maggiormente a rischio.
Proprio nel corso di tali controlli i Carabinieri della Stazione di Torre del Lago hanno tratto in arresto in flagranza di reato:
– una donna, nata in Ucraina classe 1970, di fatto senza fissa dimora, incensurata;
– un uomo, classe 1966, di fatto senza fissa dimora, operaio, pregiudicato;
poiché ritenuti responsabili del reato di furto aggravato in concorso.
In particolare i Carabinieri, durante il pomeriggio di ieri, predisponevano in viale Europa un servizio di osservazione in abiti civili finalizzato a reprimere il fenomeno dei furti di bici.
Nel corso del servizio i militari notavano un uomo e una donna armeggiare vicino ad una bicicletta che si trovava legata ad una rastrelliera. Poco dopo i 2 venivano visti allontanarsi proprio in sella alla stessa bici quindi i Carabinieri intervenivano prontamente bloccandoli. I militari accertavano immediatamente che i predetti avevano reciso le 2 catene con cui era assicurata la bicicletta e per tale ragione li conducevano in caserma.
Terminate le formalità di rito, i due sono stati ristretti presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Viareggio ove hanno atteso l’udienza di convalida che ha avuto luogo questa mattina presso il Tribunale di Lucca. A seguito dell’udienza gli arresti sono stati convalidati e ai predetti sono stati concessi i termini a difesa. In attesa delle prossime udienze il malvivente italiano è stato sottoposto all’obbligo di presentazione presso una caserma dei Carabinieri.
Sono in corso i necessari accertamenti al fine di identificare il legittimo proprietario della bicicletta recuperata.
(Visitato 581 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento