Fa discutere la scelta di battere a tappeto il territorio di Massarosa da parte dei Vigili urbani per verificare la nuova normativa sui passi carrabili.
“Giungono notizie da più frazioni che la Polizia Municipale di fatto è completamente dispiegata in “operazioni straordinarie di appostamenti” per “scovare” chi mantiene in esercizio un Accesso Carrabile dopo il “termine ultimo” stabilito dagli Assessori Rosi, Marchetti, Natali, Donati, Barsotti e Sindaco entro il quale, secondo loro tutti dovevano aver acquistato dal Comune un cartello di Passo Carrabile per un costo totale di €117 per non essere “irregolari” alle loro volontà ed interpretazioni che appaiono a molti arbitrarie del vero senso del Codice della Strada.

Così il consigliere Alberto Coluccini continua il suo attacco contro quella che definisce un’azione vessatoria nei confronti dei cittadini solo per fare cassa e tenere in piedi un comune ormai “Fallito”

Appena “scovato” l’accesso in uso – prosegue Coluccini – i vigili provvedono immediatamente a notificare un “Avviso a comparire per fornire informazioni e documenti” entro 10 giorni ai presunti pericolosi trasgressori ed irregolari rispetto di sicuro alle volontà e priorità deliberate dagli Assessori sopra citati, meno certo invece a quanto effettivamente previsto dal Codice della Strada.

“La più imponente operazione di Polizia Municipale senza precedenti a memoria storica per intensità, determinazione e risorse dispiegate e messe in campo a Massarosa”.
Questa Amministrazione per coprire le su carenze ha deciso di far pagare i cittadini e invece di dare indicazioni al comando dei vigili di stare stare sul territorio per contrastare furti e aumentare la sicurezza, scaglia i vigili contro i cittadini.

Un’ azione disperata in prossimità della imminente scadenza dell’obbligo di verifica degli equilibri di bilancio da farsi entro il 31/7/2017, un bilancio drammatico e già ora con parametri da fallimento tecnico.

I numeri di bilancio di Massarosa

(fonte relazione del dirigente, relazione dei sindaci revisori)

  • 8.441.338 euro di deficit di cassa su un bilancio da 19 milioni di euro
  • oltre 7 milioni di anticipo di tesoreria (solo per il 2016: 225.000 euro di interessi pagati)
  • 800 mila euro in più di accantonamenti in un anno per crediti deteriorati o non esigibili
  • 9 milioni di euro di fatture insolute e fornitori pagati a 364 giorni: la certezza di mettere in ginocchio le aziende del territorio e provocarne il fallimento. Inoltre nessun fa più credito al comune, gli operai sono costretti ad andare nel comune di Lucca a comprare anche un chiodo.
  • allungamento dei mutui al 2045 per impossibilità di pagare
  • situazione debitoria aumentata di quasi 2 milioni di euro dal 2015 al 2016
  • Fanno lavori ma non li pagano: i pagamenti della rotonda di Montramito per 890 mila euro e del fosso fondacci per 400 mila euro di nuovo posticipati

Invece di adottare precise strategie per ridurre il debito e far ripartire il Comune si preoccupano di “raccattare” qualche spicciolo sempre e solo spremendo i cittadini.

Invito i cittadini a mantenere la calma ed a partecipare all’assemblea pubblica che come consigliere comunale in collaborazione con alcune associazioni, movimenti e comitati attivi sul territorio ho indetto in Comune a Massarosa per martedì 4 luglio alle ore 21 dove affronteremo oltre alla tematica dei passi carrabili, la questione Pioppogatto, il servizio porta a porta e la situazione reale di bilancio del Comune”.

(Visitato 883 volte, 1 visite oggi)

Palio dei Rioni, la Miss 2017 è Lisa Lazzini del Casoli [Fotogallery]

In arresto cardiaco per la puntura di un’ape: è grave