Quella nota musicale ricamata con 12 diamanti bianchi ha catturato subito l’attenzione del Maestro Ennio Morricone, non appena la custodia rossa si è aperta davanti ai suoi occhi svelando il prezioso Coriandolo d’Oro. (foto di Paolo Mazzei FOTOMANIA)

Fedele al progetto elaborato per il 2017 dallo scultore Cesare Giovacchini, con i due coriandoli trasportati dalle volute di una stella filante in rame puro ma arricchito da questa “personalizzazione” tutta dedicata al grande compositore italiano, Oscar per la colonna sonora del film “The Hateful Eight” di Quentin Tarantino e quarto premiato dell’anno dopo Anna Fendi, Renato Balestra e il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi.

Una consegna volutamente informale e intima, a Lucca, poco prima dell’esibizione di Morricone sul palco del Summer Festival: “Non mi aspetto mai premi o trofei per quello che faccio – è stato il primo commento del compositore mentre osservava, incuriosito, il “suo” Coriandolo d’Oro – perché credo di fare semplicemente il mio dovere”.

“La musica è l’anima del Carnevale di Viareggio – ha spiegato Alessandro Santini, presidente del Comitato d’Onore che dal 2012 assegna il prestigioso riconoscimento insieme ad Andrea Olivieri, technical manager dell’azienda orafa viareggina Oro Più che, del Coriandolo d’Oro, è l’artefice materiale – perché ne accompagna lo svolgimento ma soprattutto il ricordo.

“Con una strofa, un ritornello o anche solo un motivetto, l’immagine del Carnevale per ognuno di noi passa inevitabilmente dalle sue musiche”. Musiche che diventano icone, come quelle di Morricone lo sono da sessant’anni per un Paese intero: “Questo vostro pensiero e questo accostamento al Carnevale – ha risposto il Maestro – mi onora e mi rende molto felice: grazie”.

foto: Paolo Mazzei FOTOMANIA

foto: Paolo Mazzei FOTOMANIA

(Visitato 84 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento