Sono proseguiti senza sosta anche durante il trascorso fine settimana i controlli dei Carabinieri a Viareggio.
Infatti, come stabilito dal Prefetto di Lucca e dal Comandante Provinciale dei Carabinieri, sono continuate con costanza le attività di prevenzione e repressione dei reati nelle zone maggiormente a rischio.
Proprio nel corso di tali controlli i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viareggio hanno tratto in arresto in flagranza di reato un italiano classe 1996, residente in Provincia di Siena, disoccupato, con precedenti di polizia specifici per reati contro il patrimonio, poiché ritenuto responsabile del reato di furto aggravato.
In particolare i Carabinieri, durante il pomeriggio di ieri, venivano allertati da una chiamata pervenuta al numero unico di emergenza 112 che richiedeva l’intervento presso uno stabilimento balneare. I militari si recavano quindi velocemente presso lo stabilimento ove bloccavano l’uomo che non era riuscito a fuggire grazie al pronto intervento di alcuni bagnanti che avevano notato il predetto mentre stava rubando lo zaino di una ragazza minorenne che stava trascorrendo la giornata in spiaggia con la propria famiglia. I Carabinieri quindi restituivano immediatamente lo zaino alla famiglia portando il ragazzo in caserma. Una volta terminate le formalità di rito, l’arrestato è stato ristretto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Viareggio ove ha atteso l’udienza di convalida che ha avuto luogo questa mattina presso il Tribunale di Lucca. A seguito dell’udienza l’arresto è stato convalidato e il predetto è stato condannato a 8 mesi di carcere e al pagamento di 100 euro di multa, con pena sospesa.

(Visitato 1.050 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento