“Invece di potenziare i servizi per i cittadini (sea, I care,P. Istruzione, vigili urbani, gaia, ufficio casa,) i residenti , ben 12.000, a Torre del Lago sono costretti a rivolgersi alla casa madre a diversi chilometri di distanza. Si decide così e non se ne capisce il motivo – commenta Isaliana lazzerini, PCI Viareggio – di trasferire la Biblioteca G. Puccini alla circoscrizione dove dovranno essere svolte le attività proprie di una biblioteca che sono state  offerte con passione e professionalità dalla funzionaria già dal 2009 nella sede di fronte alla stazione e creando nel tempo rapporti  di grande cordialità con la città, le scuole e le tante associazioni che hanno gravitato presso quella sede.”

“Tutto il bagaglio di impegno e dedizione acquisito nel tempo che fine ha fatto? – continua – La dipendente è stata trasferita presso i locali della P. Istruzione a svolgere un lavoro sicuramente di grado inferiore a quello svolto precedentemente a danno dell’ economicità dell’ Ente, si potrebbe parlare di danno erariale. Come tutti sanno quando una zona, un sito è valorizzato esso rende tutto il quartiere più sicuro perchè attrae le tante persone sane che si rivolgono a quel servizio , diversamente la zona potrebbe essere maggiormente a rischio e quindi diminuire la senzazione di sicurezza.Infine la biblioteca G. Puccini si è insediata nei locali di proprietà del comune. Quali sono le intezioni dell’Amministrazione riguardo alla sua proprietà? Quello che manca come al solito – conclude il PCI – è l’informazione riguardo alle decisione prese e mai discusse e condivise con la cittadinanza.

Isaliana lazzerini, PCI Viareggio

 

(Visitato 105 volte, 1 visite oggi)
TAG:
biblioteca viareggio pci politica torre del lago

ultimo aggiornamento: 03-11-2017


“Ecco il piano delle antenne alla meno peggio”

Il PD Seravezza interviene sulla vicenda usi civici e beni comuni