Ancora una settimana per iscriversi alla “Scuola di Narrazione Mario Tobino”, organizzata dalla Fondazione Mario Tobino e coordinata dallo scrittore Divier Nelli. Dopo il successo della prima edizione, sono 15 i posti aperti a tutti, previa prova di scrittura e colloqui, per iscriversi al modulo “Il racconto”, mentre sono 12 per “Il romanzo”, ma riservati a chi, l’anno scorso, ha frequentato quello sul racconto.

Divier Nelli, scrittore per Passigli, Rusconi e Gallucci ma anche editor, consulente editoriale e docente di scrittura creativa; Leonardo Gori, padre del ciclo dei romanzi di Bruno Arcieri; Enzo Fileno Carabba autore, tra gli altri, per Marsilio e Mondadori; Mariano Sabatini, giornalista, romanziere e autore per radio e tv; Grazia Verasani, musicista e autrice di romanzi, pièce teatrali, sceneggiature; Romano De Marco, autore pluripremiato per diverse opere; Giulio Leoni, narratore e autore di testi poetici e critici; Francesco Botti, autore di testi teatrali e narrativa; Laura Bosio, autrice per Feltrinelli, Mondadori, Longanesi, Laterza, Guanda. È questa la squadra di docenti di fama nazionale e internazionale che la scuola di Narrazione Mario Tobino offre.

Per accedere al modulo sul racconto è necessario inviare un testo di narrativa insieme alla domanda di iscrizione, e superare un successivo colloquio. Le lezioni si svolgeranno all’ex ospedale psichiatrico di Maggiano, nella sede della Fondazione Mario Tobino (via di Fregionaia 692, Lucca), a partire dal 2 dicembre per il romanzo e dal 20 gennaio per il racconto. I moduli prevedono ciascuno 10 incontri di 4 ore.

Informazioni su www.fondazionemariotobino.it e sulla pagina Facebook @scuolamariotobino. Per iscrizioni, consultare il bando e compilare e inviare la relativa domanda a [email protected] entro e non oltre la mezzanotte di giovedì 16 novembre 2017.

(Visitato 118 volte, 1 visite oggi)
TAG:
iscrizioni Mario Tobino scrittura Scuola di scrittura

ultimo aggiornamento: 10-11-2017


Carlo Carli rende omaggio alle vittime del Bataclan a due anni dalla strage

Una Vida sin Tapaboca, la mostra a Pietrasanta