Pranzo dopo pranzo, cenone dopo cenone… si sa che per le feste è sempre tanto il cibo che rischia di finire nell’organico. Come fare? Dalla Confederazione Italiana Agricoltori Versilia l’invito a “riciclare” attraverso le ricette contadine. Tante infatti sono le ricette della tradizione che ci permettono di reinventare un piatto partendo proprio dalle materie prime avanzate il giorno prima. Con il pane raffermo: crostini, acqua cotta, fettunta, minestra di pane, panzanella, e poi ancora pappa con il pomodoro, ribollita e zuppa. Con gli ortaggi è possibile invece fare una bella padellata di verdura o il minestrone ed addirittura una gustosissima torta di erbi. Con  la carne: polpette, polpettone, spezzatino con le patate, stufato con patate e lesso rifatto. Per gli amanti della pasta invece via libera a pasta in forno ed ai “ravioli del giorno prima”. Tanti dunque gli spunti di Cia Versilia per usare e riutilizzare gli avanzi del natale e delle festività. “La cucina degli avanzi non è solo un modo per riscoprire la tradizione della Versilia e della Lucchesia” ha dichiarato Massimo Gay – responsabile Cia Versilia “ma anche una scelta etica e responsabile per un’economia di filiera che combatta lo spreco e favorisca il km zero e la sostenibilità.”

PASTA PASTICCIATA O “PASTA PIZZA”  di Lia Galli

Ingredienti: Pasta al pomodoro avanzata, 100 g di salamino tagliato a cubetti, 100 g di mozzarella, 2 uova, 50 g di parmigiano, burro.

Preparazione: Sbattete le uova con la mozzarella, il salame e il parmigiano in ultimo gli spaghetti, mescolare bene, imburrate una teglia da forno e mettervi l’impasto con una spolverata di parmigiano e burro. Passare in forno a 180° per 20 minuti. Sformare su un piatto da portata e servire ben caldo.

(Visitato 122 volte, 1 visite oggi)