Approvato il progetto definitivo per la climatizzazione di Palazzo Mediceo - Comune Seravezza Versiliatoday.it

Approvato il progetto definitivo per la climatizzazione di Palazzo Mediceo

La Giunta Municipale ha approvato il progetto definitivo del nuovo impianto di climatizzazione di Palazzo Mediceo, intervento che consentirà di migliorare la vivibilità e il comfort nelle aree espositive, negli spazi destinati alle attività della biblioteca e all’archivio comunale, nel Museo del lavoro e negli uffici operativi della Fondazione Terre Medicee. «Si partirà con un primo stralcio funzionale per realizzare l’impianto generale nei tre piani dell’edificio e climatizzare intanto il piano nobile, quello adibito alle mostre temporanee», spiega l’assessore al Patrimonio Giuliano Bartelletti. «Nelle fasi successive si completeranno gli altri due piani. La spesa prevista per questo primo lotto è di 262.450 euro. Il Comune coprirà il 55% dei costi (146 mila euro) con una somma già a bilancio derivante dall’avanzo di amministrazione 2016».

«L’intervento su Palazzo Mediceo rientra in un progetto più ampio che ha come capofila Gallerie degli Uffizi e Giardino di Boboli e che coinvolge, con Seravezza, altri beni monumentali e architettonici del sito seriale Unesco “Ville e Giardini Medicei della Toscana”», aggiunge il vicepresidente della Fondazione Terre Medicee assessore Giacomo Genovesi. «Il progetto complessivo attinge a risorse regionali, che per quanto ci riguarda serviranno a completare il finanziamento di questo primo lotto. Siamo in attesa di conoscere l’esito della procedura».

La climatizzazione a Palazzo Mediceo sarà realizzata attraverso un impianto a pompa di calore ad alta efficienza, in grado di riscaldare e rinfrescare e di consentire il controllo microclimatico. Il sistema garantirà un range di temperatura compreso tra 19 e 24 gradi, con umidità relativa compresa tra il 50 e il 55%, condizioni indispensabili per il proseguimento dell’attività espositiva, in considerazione anche degli standard richiesti ormai in modo generalizzato dalle strutture museali pubbliche e private prestatrici di opere d’arte. A parere dei progettisti il tipo di impianto prescelto – a gas VRV – è una soluzione ottimale sia per l’efficienza e i ridotti costi di gestione sia per la sezione ridotta delle tubazioni di alimentazione del gas che possono essere collocate sotto traccia e negli allestimenti in cartongesso. Come detto, il progetto è articolato in più fasi: prima la realizzazione dell’impianto in tutto il Palazzo e la climatizzazione del solo primo piano; poi l’installazione dei climatizzatori anche nell’area biblioteca-archivio-uffici al piano terra e al terzo piano, dov’è il Museo del Lavoro.

Il progetto passa ora al vaglio della Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara per il necessario parere.

(Visitato 74 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 21-02-2018 23:23