Isole ecologiche itineranti e temporanee per la raccolta del verde e impiego di borse lavoro per la gestione del servizio, con un occhio di riguardo per gli anziani. È la proposta di Daniele Mazzoni, candidato a sindaco con la lista civica “Siamo Pietrasanta”. “È un’idea innovativa, che guarda avanti – spiega Mazzoni – e non indietro come vorrebbero fare Neri e il centrosinistra. Il porta a porta del verde non solo farebbe schizzare la tariffa della Tari, ma le strade tornerebbero a essere invase dai sacchi d’erba, lasciati fuori dai turisti la domenica per essere ritirati a giorni di distanza. È un regresso che una città a forte vocazione turistica come la nostra non può permettersi. Pietrasanta non è Seravezza”.

Il progetto, inserito nel programma ambientale di Mazzoni “Pietrasanta Green”, è quello di piazzole temporanee in ogni frazione, vicine, comode e decorose. “Questo piano – aggiunge Mazzoni – ci permetterà di assegnare delle borse lavoro, garantendo agli anziani il ritiro del sacco a domicilio. Sarà mantenuto anche il centro di raccolta di via Pontenuovo. Eviteremo così di far scontare un aumento della Tari anche a quel 50% di residenti che, abitando nel centro storico o in collina, non usufruiscono del servizio”.

(Visitato 57 volte, 1 visite oggi)