Sea Ambiente: proclamato lo stato di agitazione.

Con la dichiarazione dello stato di agitazione del personale dipendente di Sea Ambiente spa, è stata inoltrata anche lrichiesta d’incontro di conciliazione e raffreddamento di cui all’art.2 comma secondo della Legge 146/1990 come modificato dalla legge 83/2000.

In data odierna si è tenuta un assemblea dei lavoratori di Sea ambiente i quali hanno votato all’unanimità lo stato di agitazione concernete i seguenti punti:

1)il sistema di raccolta porta a porta è fuori controllo causando gravi rischi per l’igiene ,la sicurezza e la salute dei lavoratori ed esponendo la cittadinanza ad elevati rischi sanitari

2) elevato incremento degli infortuni sul lavoro, alcuni dei quali anche di elevata gravità; aumento delle malattie professionali.

3) documento valutazione dei rischi (DVR) non aggiornato in base all’attuale situazione lavorativa

4) mezzi inadeguati ed obsoleti rispetto alle modalità di raccolta rifiuti

5) carenza cronica di personale, mancanza di turnover in relazione ai recenti pensionamenti/decessi

6) carichi di lavoro eccessivi, dovuti anche alla mancanza assoluta di controlli da parte dell’azienda e dei Comuni serviti

7) mancanza di relazioni sindacali costruttive.

Le RSU di Sea Ambiente S.p.A. proclamano formalmente lo stato di agitazione dei lavoratori. Si richiede pertanto, ai sensi di quanto previsto nei rispettivi accordi e sulle procedure di raffreddamento e conciliazione, l’avvio della procedura conciliativa.

In attesa di urgente riscontro porgiamo Distinti saluti.

(Visitato 1.108 volte, 1 visite oggi)