“Cittadini abbandonati, nessuna sicurezza e presidio medico”.

Lo scrive in una nota Giovanni Boccoli, di Stazzema a 360:

“Non riusciamo a comprendere come sia possibile che il vice sindaco nonché vice presidente nazionale dell’Anpas possa continuare a scendere così il proprio territorio.

Disservizi è carenza di attenzione ai bisogni dei cittadini sono oramai una costante, ma al danno si aggiunge la beffa quando si va proclamando grandi risoluzioni mentre in realtà tutto va a discapito della salute dei propri cittadini. Elettori e non.

Il riferimento è chiaro, si parla della mancanza di un presidio medico all’ANPAS di PonteStazzemese, e alla conseguente carenza di assistenza immediata ai propri cittadini.

Se è vero che la presenza dipenda dalle direttive e bilanci dell’ASL, il “Piano per il miglioramento del sistema emergenza/urgenza” parla chiaro. Il punto 1.4 di tale piano è lapidario sulle tempistiche di soccorso, un lasso temporale che può oscillare al massimo fra 8 e 20minuti.

E chiunque conosce il territorio di Stazzema sa benissimo quanto queste tempistiche siano impossibili da rispettare se l’ambulanza col medico parte da Querceta. Ancor peggio se il mezzo di soccorso è di turno a Lido di Camaiore.

Anche per questo le parole del vicesindaco sulla velocità delle possibili assistenze di emergenza sono una menzogna. Pochi minuti non bastano per raggiungere Farnocchia, Pomezzana o Pruno ad esempio.

Come Stazzema a 360 non vogliamo fare allarmismo ma solamente constatare il totale disinteresse amministrativo alla pronta cura dei propri cittadini. Naturalmente non possiamo esimerci dal ringraziare però tutti i volontari di Arni e PonteStazzemese che nonostante la carenza di risorse a disposizione fanno tutto il possibile per essere vicini ai cittadini.

Ma un cambiamento è necessario: siamo senza agenti di Polizia (eccetto una unità in ufficio), siamo senza presidio medico sul territorio e la sicurezza delle strade è oramai una chimera.

L’amministrazione Verona ha fallito, e non può essere la salute e la sicurezza dei cittadini la valuta di scambio per un po’ di notorietà e ambizione politica”.

 

(Visitato 80 volte, 1 visite oggi)

Caso Miracolo e Anac: l’opposizione chiede un Consiglio Comunale urgente

“A sinistra la paura (di perdere) fa 2020”