“Il Comune penalizza la buona condotta!”.

A scrivere alla redazione di Versilia Today è una cittadina di Viareggio, Marina Burkhart:

Martedì 16 ottobre, senza nessuna segnalazione o preavviso, il comune di Viareggio ha deciso di chiudere l’accesso al Parco dei Bambini XXV aprile, in Piazza Dante di fronte all’ex dopolavoro ferroviario. Per i tanti non informati dei fatti, il parchino – che giaceva in un grave stato di abbandono ed incuria, con giochi distrutti e pericolanti – era stato affidato a pubblici cittadini che ne avevano richiesto (ed ottenuto) dal Comune – Settore ambiente,Parchi Urbani,Decoro e Verde Pubblico – domanda di adozione. Il parchino veniva regolarmente aperto al mattino e chiuso la sera ed usato da un gruppo di residenti per far incontrare e giocare i propri cani in un’area verde altrimenti abbandonata. La pulizia e la manutenzione del parco è stata sempre assolta volontariamente da questo gruppo di residenti che, ieri, si sono trovati la bella sorpresa di lucchetti nuovi ai cancelli che impediscono l’accesso al parco. Questo gesto, che avrebbe quanto meno potuto essere anticipatamente comunicato e segnalato ai responsabili della gestione del parco, è deplorevole. Non solo non si premia la buona volontà di cittadini di manutenere un’area verde a loro spese, non si premia l’impegno di conservare quello spazio evitandone degrado e il più che probabile accesso a spacciatori, ma non si va neppure incontro all’esigenza pratica di utilizzare un luogo chiuso e dismesso per adibirlo alla fruizione dei cani, in una città dove le aree specifiche attrezzate sono veramente pochissime”.
(Visitato 968 volte, 1 visite oggi)
TAG:
cani comune di viareggio lucchetti parco viareggio

ultimo aggiornamento: 17-10-2018


Adescavano le vittime nei locali di Torre del Lago e le rapinavano, tre misure cautelari

Parco sigillato, risponde il Comune: “Chiavi a soggetti non autorizzati che ci entravano anche coi cani”