E’ di 1.418 veicoli controllati e 1.592 persone identificate il bilancio dei controlli a reticolo effettuati nel fine settimana dalla Polizia Stradale sulle principali arterie della Toscana.

Nel dispositivo, realizzato su input della Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, sono state impiegate 235 pattuglie, che hanno denunciato 13 persone e arrestate 3, ritirato 21 patenti e 16 carte di circolazione, nonché tagliato 1.249 punti, mentre gli interventi di soccorso sono stati 210. Gli autovelox e i telelaser hanno pizzicato 310 veicoli che correvano troppo e i proprietari, a breve, troveranno i verbali nelle loro cassette della posta.

La Sezione di Siena, insieme al medico della Questura, nel weekend ha vigilato sul popolo della movida. Gli automobilisti sospetti sono stati convogliati all’interno di un ufficio mobile, ove sono stati effettuati gli esami con l’etilometro e il drugtest. Per 2 di loro è scattato il ritiro della patente perché avevano bevuto troppo.

La Sezione di Arezzo ha arrestato un contrabbandiere di gasolio e una coppia, che stavano utilizzando l’A/1 per i loro loschi traffici. Ma procediamo con ordine.

Una pattuglia della Sottosezione di Battifolle ha fermato l’uomo, cittadino polacco di 43 anni, alla guida di un TIR telonato all’altezza di Incisa Valdarno. Lui ha detto che era partito dalla Germania per trasportare a Malta 28 taniche contenenti 28.000 litri di prodotti per le pulizie, esibendo pure la documentazione che ne attestava il ritiro in Bulgaria. Sul trasporto di liquidi infiammabili i poliziotti non lasciano nulla al caso, tant’è che nelle scorse settimane avevano già fermato altri due camionisti con carichi simili. Anche in questo caso il loro fiuto ha fatto centro, perché il furfante in realtà stava trasportando gasolio dal valore di circa 35.000 euro, eludendo così il fisco per circa 13.000 euro. Il camionista è stato arrestato per contrabbando dagli investigatori, che gli hanno sequestrato TIR e gasolio, avviando pure la procedura per consentire allo Stato di incamerare, con la confisca, il camion e il combustibile.

Sempre sulla A/1, domenica pomeriggio la Polstrada ha arrestato per spaccio di droga una coppia residente nell’aretino. Era da poco passata l’ora di pranzo quando i due, un albanese di 44 anni e un’italiana di 28, a bordo della loro Duster sono stati fermati da una pattuglia di Battifolle al casello di Arezzo. I poliziotti, insospettiti dal loro eccessivo nervosismo, li hanno portati in caserma per approfondire le indagini. Grazie alle perquisizioni hanno scoperto che la donna aveva negli slip un pacchetto di cellophane, con all’interno quasi un etto di cocaina purissima.

La malvivente, compreso di non avere più scampo, ha confessato che la droga le era stata consegnata dal suo socio, per nasconderla durante il viaggio. I due contavano di piazzarla sul mercato nero per incassare almeno 4.000 euro, ma i loro piani sono andati in fumo poiché gli investigatori della Stradale li hanno arrestati per spaccio, sequestrandogli pure l’auto.

(Visitato 144 volte, 1 visite oggi)