Foto di Letizia Tassinari

Il conducente dell’auto che questa notte intorno alle 4 ha falciato sulle strisce sul lungomare di marina di Pietrasanta i tre giovani appena usciti dal Seven ( LEGGI ANCHE:Falciati sul lungomare, caccia aperta all’auto pirata ) è stato preso. Da subito il conducente in fuga era stato braccato dalla Polstrada di Viareggio e Lucca,  che coordinata dalla Procura e usando i tradizionali metodi investigativi aveva raccolto alcuni indizi, risalendo poi al veicolo, una Seat Leon grigia, e alla sua targa. Lui, un 31enne italiano, nato in Germania e residente a Lucca, non avendo scampo si è costituito, presentandosi con il suo avvocato in caserma dai Carabinieri che hanno poi informato la Polizia Stradale. Ora i poliziotti stanno effettuando ulteriori accertamenti – tra cui anche gli esami del sangue, per capire se il conducente fosse stato sotto gli effetti di alcol e droga –  per chiarire meglio la dinamica dell’incidente.

Nel sinistro sono rimasti feriti tre 19enni, Michela Sotgia, una ragazza di Nuoro, ricoverata a Cisanello in terapia intensiva con trauma cranico, toracico e agli arti inferiori, e due ragazzi, Paolo Francesco Macchitella di Ostuni, ricoverato all’ospedale di Livorno, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico alla testa, e Lorenzo Pettinari,  meno grave, ricoverato al “Versilia”, originario di Macerata ma residente a Camerino, dove il padre Claudio è rettore all’Università.

 

(Visitato 6.962 volte, 1 visite oggi)