Dai Lucca Comics, dove ha allestito lo stand della sua azienda, la “Like Cannabis Store”, alla politica.
“Con amici cotituisco un movimento politico che si muoverà per il sociale”: ad annunciarlo è il titolare, Andrea Gadducci, dopo la querelle, che ha visto scendere in campo anche il sindacato di Polizia Consap e il senatore Massimo Mallegni che ha annunciato una interrogazione,invocando leggi più restrittive in merito alla vendita, affermando che “non può essere commercializzata come se fosse un chewingum”
“Ad oggi – spiega Gadducci – esiste tanta incompetenza sulla questione droghe al punto da generalizzare con i prodotti resi legali dalle istituzioni, a partire da quella terapeutica che viene usata per benefici. Nei prossimi giorni, espletati tutti gli adempimenti costitutivi, saremo pronti per presentare il primo programma di impegno del movimento. Abbiamo deciso di intraprendere un percorso difficile e tortuoso e abbiamo deciso di dare l’anima in battaglie disperate perchè noi amiamo la nostra terra”.
Il Movimento sarà un laboratorio politico che avrà tra i suoi compiti quello di riavvicinare i cittadini alla “cosa pubblica”, portando in seno agli organi dell’amministrazione le istanze, gli appelli e le richieste che provengono dalla collettività. Il nostro movimento politico avrà lo scopo di ridurre la distanza tra palazzo e piazza, e sono certo che il dinamismo di imprenditori, liberi professionisti e i cittadini che hanno a cuore la propria terra non avranno difficoltà a raggiungere questo arduo obbiettivo”.
(Visitato 1.957 volte, 1 visite oggi)
TAG:
andrea gadducci Like Cannabis Store movimento politico

ultimo aggiornamento: 05-11-2018


Mallegni (FI) dopo il furto di cannabis a Lucca Comics: “Leggi più restrittive per la vendita”

Prescrizione e avvocati “azzeccarbugli”, il senatore Massimo Mallegni presenta interrogazione