Per contrastare il fenomeno dell’abusivismo nel settore delle attività ricettive ed extra-alberghiere sono stati predisposti, tramite la Divisione di Polizia Amministrativa ed i Commissariati distaccati di Viareggio e Forte dei Marmi, mirati servizi di controllo a Lucca, Viareggio e Forte dei Marmi.

Dal mese di giugno ad oggi sono state verificate 78 strutture ricettive allo scopo di accertare il rispetto delle norme previste in materia dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

Secondo quanto stabilito dal menzionato Testo Unico gli esercenti delle strutture ricettive hanno l’obbligo della comunicazione giornaliera alla Questura dell’arrivo delle persone alloggiate attraverso l’invio delle cosiddette “Schedine Alloggiati”.

L’attuale gestione informatizzata dei dati consente ai gestori di effettuare tale comunicazione utilizzando il collegamento ad internet dopo avere chiesto l’abilitazione in Questura.

Come noto, grazie all’invio delle schedine contenenti le generalità delle persone alloggiate è possibile rilevare la presenza di soggetti pericolosi.

Dalle verifiche effettuate, 5 delle 78 strutture ricettive controllate sono risultate irregolari in quanto non iscritte nella banca dati “Alloggiati”: 4 di esse sono ubicate a Lucca, 1 a Forte dei Marmi. I titolari sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per violazione dell’art. 109 TULPS.

L’attività proseguirà nei prossimi mesi estendendo i controlli ad altri esercizi del capoluogo e dei comuni della provincia.

(Visitato 733 volte, 1 visite oggi)