Rapinata in strada per prenderle 5 euro. Vittima un’anziana, appena uscita dalla chiesa. Il fatto è avvenuto a Viareggio, in pieno centro.
“A pochi giorni dalla brillante e tempestiva operazione del Commissariato di Viareggio che, grazie a indagini mirate è riuscito a risolvere con l’arresto degli autori, l’ondata di furti in negozi e bar, arriva la notizia questa mattina, di uno scippo diventato rapina, con lesioni ai danni di una signora, alla quale porgiamo tutta la nostra solidarietà e auguri di pronta guarigione”.
Tornano all’attacco del Comune i consiglieri della Lega Pacchini e Trinchese con il collega Baldini del Movimento cittadini:
“Ovviamente è  facile aggredire delle persone anziane, deboli, indifese far loro del male per pochi spiccioli, che forse finiranno in “fumo”, in qualche slot  o chissà dove, seppure il ricavato risulterà  irrisorio. Quanto sia l’entità di quello che la “preda” ha con se è relativo è un’incognita, ma non importa, il bottino deve essere trafugato e allora si ricorre alla violenza, si strattona, si spinge si butta a terra e si scappa, le conseguenze sono un evento collaterale irrilevante, per questa gentaglia. Purtroppo si deve mettere in conto che chiunque è a rischio si deve fare attenzione per strada e non abbassare mai la guardia, ma e soprattutto i controlli, da parte di chi ne è preposto devono essere incrementate.
Tutte le forze dell’ordine devono essere sempre impegnate nel controllo del territorio, ma è soprattutto la Polizia Municipale che deve essere presente e ben visibile con pattuglie di agenti in divisa, come chiediamo da sempre, per costituire deterrente contro certi reati, che non possono diventare una consuetudine e arrivare ad essere, come ormai è diventato lo spaccio, una pericolosa normalità”.
(Visitato 343 volte, 1 visite oggi)

Viareggio e il default, Del Ghingaro a Report: “Il dissesto non è per forza una tragedia”

180mila euro per l’appello della strage, Repubblica Viareggina: “Soddisfatti, ma come sarà impiegata la somma?”