“Caro Luigi Di Maio ho fatto il dirigente sindacale della FILT-CGIL per 40 anni, l’amministratore di un azienda di pubblico trasporto (CLAP) per 2 anni.  L’assessore provinciale con deleghe:Lavori Pubblici, Viabilità, Difesa del Suolo, Protezione Civile per la provincia di Lucca per 12 anni, in quota Rifondazione Comunista- Poi il consigliere comunale nel comune di Viareggio sempre come Rifondazione Comunista.Dall’età di 14 anni (oggi ne ho 73) sono sempre stato impegnato nel sindacato e in difesa dei più deboli in movimenti e partiti di sinistra.
Dal 1968 iscritto al PCI poi passato a Rifondazione Comunista. A dire il vero ora mi sento un po’ orfano in quella che è rimasto della sinistra”.

Lettera aperta al vice premier da parte di Emiliano Favilla:

“Le suddette premesse per dire che credo di avere modestamente le condizioni per valutare quanto si muove oggi nella la politica a favore del sociale, legalità, giustizia, ecc.- e, pertanto devo ammettere che, dopo aver superato certe remore (ritenendomi pur sempre di idee comuniste) vedo con molto favore e speranza quello che il M5S e te personalmente state portando avanti a livello nazionale.
Naturalmente con tutte le difficoltà oggettive che vi possono essere con un’alleanza con la LEGA. Ma altrettanto oggettivamente e onestamente dobbiamo riconoscere che alternative migliori non c’erano con i condizionamenti di quel PD Renziano.

Credo veramente che l’unica possibilità rimasta di cambiare qualcosa in questa malata società sia l’azione che te e il M5S a livello nazionale state portando avanti.
Purtroppo avete tutto il mondo “benpensante” contro ma questo è il tangibile segnale che siete nel giusto e che state facendo tutto quanto vi è possibile fare. con tutti i bastoni che, con inaudito accanimento, vi mettono nelle ruote-

Caro Di Maio ti ho conosciuto personalmente a Viareggio (12 maggio 2014) nel convegno .che organizzammo insieme, presente anche la Ruocco, sulla Bolkestein e devo dire che anche in quell’occasione rimasi favorevolmente sorpreso per la tua preparazione e capacità di analisi su di una materia non facile.

Chiudo con una raccomandazione: NONOSTANTE STATE FACENDO GIA’ MOLTO IN TERMINI DI INFORMAZIONE, DOVETE PROPAGANDARE MEGLIO E DI PIU’ QUELLO CHE AVETE GIA’ FATTO A LIVELLO GOVERNATIVO PERCHE’ C’E’ LA TENDENZA A DIMENTICARE IN FRETTA (come dice Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano) E, PIU’ CHE ALTRO, QUELLO CHE E’ ANCORA NELLE VOSTRE INTENZIONI DI FARE –

AUGURI LUIGI, AVANTI COSI’ E BUON LAVORO”.

(Visitato 886 volte, 1 visite oggi)
TAG:
emiliano favilla luigi di maio

ultimo aggiornamento: 25-11-2018


ICare, Baldini torna all’attacco: “E’in mala fede chi dice che siamo in mala fede”

Scuole, la denuncia di Santini: “Le Lambruschini cadono a pezzi, almeno la cacca di piccione va tolta”