Nella giornata odierna il Commissariato di Polizia, nel corso di un  servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al rintraccio e all’espulsione di cittadini extra-comunitari non in regola con le norme regolanti il soggiorno sul territorio dello stato,  con precedenti di polizia e pericolosi per la sicurezza pubblica, ha rintracciato un cittadino ucraino,  K.O. di anni  43 con condanna passata in giudicato per violenza sessuale e lesioni personali, irregolare perché gli era stato rifiutato il rinnovo del permesso di soggiorno.

Condotto in ufficio, dopo la sottoposizione ai rilievi foto-dattiloscopici e al successivo riscontro AFIS per accertare che non avesse altre identità,   sussistendone i presupposti di legge, la Questura di Pisa, Autorità Provinciale di P.S.,  ha richiesto e ottenuto un posto che è stato individuato presso il Centro di Permanenza Temporanea di Potenza  dove sta venendo accompagnato da personale del Commissariato e da dove, nei prossimi giorni, verrà rimpatriato coattivamente.

 

(Visitato 214 volte, 1 visite oggi)
TAG:
condanna espulsione pontedera violenza sessuale

ultimo aggiornamento: 27-11-2018


Condannata a Lucca per un furto a Capannori finisce ai domiciliari a Buggiano

Scontri al G7 di Lucca, 33 rinviati a giudizio