I Carabinieri della Stazione di Camaiore, nel corso di uno specifico servizio di contrasto ai furti sul territorio di competenza, hanno arrestato due donne romene dimoranti a Viareggio, Burtea Elena Filofteia, 27enne, e Mirea Marinella, di 31 anni, entrambe già note alle Forze di Polizia, sorprese a rubare all’interno di un esercizio commerciale.
Le due ladre, infatti, sono state sorprese all’interno di un negozio di Camaiore mentre asportavano alcuni capi d’abbigliamento, per un valore di oltre 100 euro, nascondendoli in una borsa appositamente schermata per evitare il rilevamento dell’antitaccheggio della merce.
Fortunatamente, le due donne sono state scoperte in tempo e non sono riuscite a compiere il furto, tuttavia, dopo essere state sottoposte a perquisizione dai Carabinieri, sono state trovate in possesso di ulteriori capi d’abbigliamento, per un valore di circa 700 euro, nascosti in un doppio fondo sempre schermato di una borsa e risultati asportati poco prima in un altro negozio poco distante da quello del controllo.
A questo punto, le straniere sono state condotte in caserma e dichiarate in stato di arresto per il reato di furto aggravato in concorso e tentato furto e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono state sottoposte agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.
La merce rubata è stata interamente recuperata e restituita dai Carabinieri ai legittimi proprietari.
Questa mattina si è svolta l’udienza di convalida presso il Tribunale di Lucca che si è conclusa con la richiesta di termini a difesa e la sottoposizione di entrambe all’obbligo di firma.
(Visitato 1.854 volte, 1 visite oggi)