RIDONO Seravezza Pozzi e Viareggio, piange il Real Forte dei Marmi Querceta: i verdetti dell’ultimo turno del campionato di serie D girone E hanno confermato le sensazioni (e i risultati) della giornata precedente. Così il Seravezza Pozzi strizza l’occhio alla zona playoff, il Viareggio pregusta l’affrancamento definitivo dalla zona playout mentre il Real Forte dei Marmi Querceta deve fare i conti con la quinta sconfitta consecutiva e una classifica diventata rovente.

Seravezza Pozzi, gol, gioco e spettacolo
Una prestazione scintillante. Da squadra vera che possiede solide basi tattiche e grandi interpreti: Rodriguez ha entusiasmato sul campo della Sangiovannese, mettendo due sigilli sul poker calato dai versiliesi contro la formazione di casa, apparsa disorientata e poco pronta per arginare le ripartenze devastanti di Fiale e compagni. E chiaro che l’appetito viene mangiando: i ragazzi di Vangioni pregustano altre giornate fiammeggianti.

Viareggio, debutto ok per la nuova proprietà
L’arrivo del nuovo gruppo dirigenziale al posto di Cristiano Baroni & C. non ha prodotto alcuno scossone sul rendimento della squadra bianconera che da qualche settimana sembra avere trovato la retta via per tirarsi fuori dagli impicci di classifica: la prestazione offerta sul campo dell’Aglianese, vittoria per 3-1 in rimonta, è stata davvero un bel benvenuto ai ‘padroni del vapore’. In grande evidenza Chicchiarelli, Yuri Papi e Gaye gli autori delle reti del successo. E sabato prossimo, in anticipo, è previsto il derby contro la Massese al ‘Comunale’ di Camaiore.

Real Forte Querceta, che cosa accade?
Incredibile davvero il rendimento della formazione bianconerazzurra: da oltre un mese i ragazzi versiliesi non riescono a battere chiodo. Cinque partite, una con Bresciani e quattro con il nuovo tecnico Brachi, zero punti. La società è corsa ai ripari ma per il momento non ci sono state inversioni di rotta: anche gli episodi e certe decisioni arbitrali hanno fatto il resto. Urge ritrovare la retta via altrimenti la stagione rischia davvero di trasformarsi in un travaglio continuo.

(Visitato 87 volte, 5 visite oggi)