Si aggirano nei pressi del centro commerciale Burlamacca, arrestati due tunisini - Cronaca Viareggio Versiliatoday.it

Si aggirano nei pressi del centro commerciale Burlamacca, arrestati due tunisini

Scavando nel terreno, gli agenti hanno trovato una busta di plastica al cui interno erano contenute ben 41 dosi di eroina già pronte per la vendita

Il personale della Squadra Volanti, in sinergia con i colleghi della Squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Viareggio, ha proceduto, ieri sera, all’arresto di due cittadini tunisini, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nel corso di una pianificata attività di prevenzione e contrasto del fenomeno dello spaccio, effettuata mediante auto militare e auto in borghese, il personale di polizia ha notato i due uomini mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi del centro commerciale “Burlamacca” a Viareggio.

Alla vista del personale in divisa i due tunisini hanno iniziato ad innervosirsi, tentando di allontanarsi celermente; tuttavia, gli operatori sono riusciti immediatamente a bloccare le vie di fuga, procedendo così al controllo dei due soggetti.

Dai primi accertamenti a seguito di perquisizione personale non veniva rinvenuto nulla addosso ai due; tuttavia, la tenacia dei poliziotti, li ha spinti a controllare anche a terra e nelle zone limitrofe, notando così che alcune zone del terreno erano state smosse.

In tal modo, scavando nel terreno, gli agenti hanno trovato una busta di plastica al cui interno erano contenute ben 41 dosi di eroina già pronte per la vendita e che era stata occultata dai due sotto terra.

A questo punto, stante il ritrovamento della sostanza stupefacente e, visti i numerosi precedenti a carico dei due uomini, si è proceduto ad effettuare anche una perquisizione domiciliare, che ha permesso di trovare all’interno dell’abitazione dei bilancini di precisione, verosimilmente utilizzati dai due per preparare le dosi prima della vendita.

Condotti negli uffici del Commissariato per il fotosegnalemento e per gli atri accertamenti di rito, i due spacciatori sono stati posti in stato d’arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso tra loro e, saranno processati nella mattinata odierna con il rito direttissimo.

 

(Visitato 903 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 04-12-2018 12:00