Omesso versamento di tributi locali IMU TASI e TARI, per oltre 36 mila euro, contestati a due stabilimenti balneari ubicati lungo il litorale di Marina di Massa (MS), è quanto emerso da un controllo effettuato dai Finanzieri della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Marina di Carrara

I Finanzieri impegnati in un servizio di polizia economico-finanziaria in materia di tutela del demanio e dei beni patrimoniali dello Stato, hanno sottoposto a controllo diverse attività commerciali presenti lungo la fascia costiera compresa tra Marina di Carrara e Marina di Massa.

Durante l’attività di indagine sono stati acquisiti i dati di interesse presso gli uffici Comunali di Massa, incrociandoli successivamente con le risultanze ottenute dalle interrogazioni delle banche dati in uso al Corpo.

Il lavoro delle Fiamme Gialle ha permesso di rilevare nei confronti di due stabilimenti balneari sul lungomare di Marina di Massa, l’irregolare versamento, reiterato negli anni, dei tributi locali.

In particolare dal primo controllo, è emerso che il gestore di uno stabilimento balneare in località Ronchi (MS), negli anni che vanno dal 2013 ad oggi, ha omesso in tutto o in parte il versamento di tributi quali IMU, TASI, TARI per un ammontare complessivo, tra imposta evasa e sanzioni applicate, di € 23.569,50.

Il secondo controllo, anch’esso nei confronti di uno stabilimento balneare sul litorale di Massa, ha rilevato invece l’omesso pagamento sia dei tributi IMU, TASI, TARI, che quello relativo al canone di concessione demaniale ed alla relativa imposta regionale, per un importo di € 12.864,44.

L’operazione della Sezione Operativa Navale di Marina di Carrara si inserisce nell’ambito di una più ampia azione di vigilanza, prevenzione e tutela del bilancio pubblico, delle regioni, degli enti locali da tempo avviate, sull’intero territorio costiero Regionale, dal dispositivo Aeronavale della Guardia di Finanza.

 

(Visitato 664 volte, 8 visite oggi)