polizia questura lucca
Ieri sera, a Bucine, vicino Montevarchi, la Squadra Mobile, coadiuvata da personale del Commissariato P.S. di Montevarchi, ha arrestato Roberto Matteu, sardo di 61 anni, sottoposto ad ordinanza di custodia cautelare in carcere su indagine della Squadra Mobile che lo ritiene autore del furto aggravato, consumato a Lucca il luglio scorso ai danni di una stazione di servizio di carburante di via delle Tagliate 91.
Il malvivente, alle due del pomeriggio di domenica 16 luglio, a bordo di una Citroen con targa contraffatta, condotta da una complice non identificata, raggiunse il distributore di carburante e, approfittando della ridotta affluenza di altri clienti, scoraggiati dal caldo e dall’ora, dopo aver fatto rifornimento, ha aperto la cassaforte della cassa automatica, quasi certamente servendosi di un pass-partout, e ha prelevato la somma in contanti di 3925 euro.
Sorpreso dall’arrivo di un cliente il malvivente è stato costretto a riporre velocemente il denaro sul sedile lato passeggero; salito a bordo del veicolo, per allontanarsi il prima possibile si è così seduto sul mucchio di contanti appena sottratti.
Al momento del furto, aveva il volto celato da un cappello a tesa larga, tipo pescatore, e da grandi occhiali da sole.
Alla sua identificazione si è giunti a seguito dell’indagine della Sezione Reati contro il patrimonio della Squadra Mobile, che lo ha identificato visionando le centinaia di foto di soggetti dediti a delitti della stessa indole, segnalati dagli omologhi uffici investigativi del Centro Nord Italia per le medesime modalità operativi riscontrate nel furto consumato a Lucca.
Le foto di Matteu – già sospettato quale probabile autore del furto per i suoi precedenti specifici – e di pochi altri selezionati, sono state comparate con le immagini registrate dal sistema di video sorveglianza della stazione di servizio e sottoposte in visione ad un testimone, che ha riconosciuto in MATTEU l’uomo che, qualche giorno prima del furto, si era rifornito alla medesima stazione di servizio e a cui aveva consegnato la ricevuta appena erogata dalla cassa.
I sospetti degli investigatori sono stati confermati dalla successiva perquisizione, operata, su richiesta della Squadra Mobile di Lucca, da personale del Commissariato PS di Montevarchi: nell’abitazione dell’uomo, a Bucine, diversi mesi dopo i fatti, sono stati rinvenuti gli indumenti e gli accessori indossati in occasione del furto a Lucca.
Ieri pomeriggio, MATTEU Roberto, già sottoposto a detenzione domiciliare per altro procedimento, è stato arrestato nella propria abitazione.
L’uomo è sospettato di aver consumato altri furti dello stesso tipo in diverse citta del Centro Nord Italia.
Pare che MATTEU, grazie ai furti consumati, avesse messo da parte un cospicuo gruzzoletto di denaro con cui trasferirsi in una località esotica.
(Visitato 159 volte, 1 visite oggi)