Spaccio di droga in Pineta, preso il capo della banda: altri due pusher fuggono in bici

Il personale della Squadra Volante del Commissariato di Polizia di Viareggio ha tratto in arresto un cittadino marocchino di ventidue anni, N. K., in quanto colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Un arresto molto significativo, in quanto rappresenta il risultato di una intensa attività di appostamenti e osservazioni posta in essere nelle ultime settimane dal personale del Commissariato diretto dal dottor Mariconda.

Da tale attività, infatti, è emersa la presenza di un piccolo gruppo di giovani nordafricani che, anche mediante l’ausilio di biciclette, gestiscono un fiorente mercato dello spaccio in detta zona della città.

Nel dettaglio, intorno alle 22.30 di ieri sera, la pattuglia impegnata nel servizio di controllo del territorio, notava a seguito di un appostamento la presenza all’interno della pineta di ponente del gruppo composto da tre giovani nordafricani.

Dopo aver pianificato una strategia finalizzata a bloccare le vie di fuga dei malviventi, gli agenti decidevano quindi di intervenire e, nonostante il buio e le avverse condizioni climatiche, riuscivano a bloccare il capo della banda, mentre gli altri due grazie all’ausilio di biciclette riuscivano a darsi alla fuga.

A seguito di perquisizione personale, veniva rinvenuto addosso all’uomo un vero e proprio inventario della droga: 36 dosi di cocaina già confezionate, un sacchetto di nylon trasparente contenente alcuni grammi di cocaina ancora da tagliare e diverse parti di hashish per un peso lordo di circa 35 grammi.

Venivano rinvenuti, altresì, contanti di vario taglio per un valore di circa 310 euro, probabile compendio dell’attività delittuosa.

Aggiornato il: 24-01-2019 13:46