Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede all’apertura dell’anno giudiziario a Firenze. “

“Una giustizia lenta, farraginosa, eccessivamente burocratizzata non è una giustizia giusta”, ha detto il Ministro nel suo intervento: “occorre dunque operare una rivoluzione del concetto stesso di amministrazione della giustizia, per restituire centralità al cittadino”.

“Il Ministro della Giustizia ben conosce le problematiche di questo distretto, ove ha operato come avvocato, come esponente delle istituzioni locali, come parlamentare”, ha affermato il presidente della Corte di appello di Firenze Margherita Cassano per la quale la situazione degli immobili “è insostenibile”.

Il pg Marcello Viola nella relazione ha evidenziato che nel territorio è “motivo di grave allarme sociale l’aumento dei reati connessi allo spaccio e al consumo largamente diffuso di sostanze stupefacenti” e che sono in aumento i reati legati al caporalato. Presente alla cerimonia anche il sindaco di Firenze Dario Nardella.

(Visitato 49 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alfonso bonafede anno giudiziario firenze

ultimo aggiornamento: 26-01-2019


Aveva trasformato lo sgabuzzino di casa in una serra per la coltivazione della marijuana

Tragedia in Val D’Aosta, il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano si raccoglie nel dolore