Intorno alle ore 20.30 di ieri un signore, residente in Corso Italia, ha risposto al campanello del citofono che suonava insistentemente. Dall’altra parte due voci: un uomo e una donna che chiedevano con insistenza di poter entrare nell’androne, adducendo quale motivazione quella di aver dimenticato l’ombrello.

Il residente presunta la buona fede dei due giovani, entrambi di Carrara, ha aperto il portone, consentendo l’accesso ai due.

Subito dopo in lui è maturata una riflessione: fuori non pioveva e non aveva piovuto per tutta la giornata, e non vi era nessun motivo valido per portare con sé un ombrello durante una giornata così bella.

Così si è riaffacciato dal proprio pianerottolo verso la tromba delle scale e ha visto i due soggetti che cercavano di nascondersi in un chiostro interno.  L’atteggiamento, a dir poco sospetto, ha indotto l’uomo a contattare dapprima il 113 e, poi, a scendere sino al pian terreno, ove si trovavano i due giovani, per chiedere loro contezza del loro comportamento. Dalla circostanza ne è nato un diverbio dato che i due soggetti, vistisi scoperti, hanno minacciato ripetutamente il residente al fine di guadagnarsi la fuga dal condominio.

Soltanto l’intervento tempestivo della Polizia di Stato, giunta sul posto in pochi secondi con due pattuglie della Squadra Volante, ha evitato che la situazione potesse degenerare in condotte più gravi.

I giovani, privi di documenti, sono stati fermati e condotti in Questura per approfondimenti sulle generalità, dalle quali è emerso come gli stessi fossero già pregiudicati per reati di varia natura e, l’uomo, destinatario della misura di prevenzione emessa dal Questore del divieto di ritorno nel Comune di Pisa, per la cui inosservanza veniva denunciato.

(Visitato 390 volte, 1 visite oggi)
TAG:
ladri pisa polizia

ultimo aggiornamento: 07-02-2019


Le volanti rintracciano e catturano un pericoloso latitante dominicano. Arrestate anche altre due persone (un italiano ed un tunisino)

Cane fugge da casa e finisce sull’A/11: la Polstrada lo riaffida al proprietario