Difeso dall’avvocato Riccardo Carloni, il maestro Alberto Veronesi, presidente del Pucciniano, è stato assolto questa mattina in Tribunale a Lucca, con formula piena dal giudice Stefano Billet,  per i reati a lui contestati per il grave infortunio occorso al Maestro Marco Voleri, in occasione della rappresentazione di Turandot, del 7 agosto 2015, quando il tenore cadde.

La formula di assoluzione è stata “perché il fatto non costituisce reato”, in relazione al capo a) della rubrica (lesioni colpose aggravate dal mancato rispetto della normativa in materia di sicurezza del lavoro), con ciò accogliendo la tesi difensiva dell’assoluta mancanza di profili di colpa del Maestro Veronesi, da poche settimane Presidente e quindi datore di lavoro della Fondazione.

E’ stato poi assolto con la formula “il fatto non sussiste” dai capi b), c) e d) della rubrica (relativi a ulteriori specifiche violazioni prevenzionistiche).

In conclusione, il Tribunale di Lucca ha accolto l’impostazione tracciata dalla difesa, anche sulla base delle indicazioni tecniche del consulente dottor Pasquale Sgrò.
Il Giudice ha riservato 90 giorni per il deposito della motivazione della sentenza.

(Visitato 331 volte, 1 visite oggi)