Il consigliere delegato della Provincia di Lucca, Luca Poletti, in merito al processo di secondo grado per il disastro ferroviario di Viareggio di cui si è tenuta ieri un’altra udienza presso la terza sezione della Corte d’Appello di Firenze, si augura che tutti gli imputati rinuncino alla prescrizione e non solo l’ex ad di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti.

 

“Con la richiesta delle condanne espressa dai PM del Tribunale fiorentino per gli imputati – afferma Poletti entra nella fase decisiva il processo di appello per la strage di Viareggio del 29 giugno 2009. Le richieste dei pubblici ministeri confermano l’impianto accusatorio per gli imputati e risultano giuste, motivate e conformi.

Auspico che anche gli altri imputati, oltre a Moretti, scelgano la strada della rinuncia alla prescrizione affinché la giustizia faccia interamente il suo corso in riferimento a tutti i capi di imputazione. Moretti non si lasci andare però a dichiarazioni incoerenti con il comportamento tenuto in questi anni, sicuramente non rispettoso nei confronti delle vittime della strage, dei loro familiari e dell’intera città di Viareggio”.

 

Ricordiamo che la Provincia di Lucca è parte civile nel processo d’appello, così come lo è stata nel processo di primo grado condotto dal Tribunale di Lucca.

(Visitato 93 volte, 2 visite oggi)