Una task force nelle due pinete di Viareggio, quella di ponente e quella di levante: è la decisione presa quest’oggi durante il comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza tenutosi alla Gamc, convocato dal prefetto Laura Simonetti, alla presenza di tutte le forze dell’ordine, dalla Polizia ai Carabinieri, dalla Guardia di Finanza alla Capitaneria di Porto, inclusi i vigili urbani. I controlli, congiunti con Pisa, riguarderanno anche la macchia di Migliarino e la stazione di Torre del Lago, ma anche gli edifici abbandonati, facile rifugio di chi vive ai margini, e le strutture ricettizie a basso costo.

Un summit, quello al quale hanno partecipato anche il sindaco Giorgio Del Ghingaro e l’assessore Maurizio Manzo, voluto dal prefetto dopo la recente aggressione ai danni del poliziotto colpito alla testa da un pusher durante un’operazione anti droga  nel parco cittadino,  e finito in ospedale a Livorno, e i vari fatti di cronaca nera, ultimo dei quali la tentata rapina alla farmacia in via Fratti.  All’amministrazione comunale è stato richiesto di illuminare la pineta di ponente, e telecamere di videosorveglianza. Mentre per la frazione pucciniana è stato ipotizzato il controllo di vicinato.

In entrambe le pinete le forze dell’ordine lavoreranno con nuovi mezzi che consentano di operare in profondità nella vegetazione. “Viareggio è attenzionata”, ha affermato il prefetto.

 

(Visitato 1.549 volte, 1 visite oggi)
TAG:
forze dell'ordine prefetto sicurezza summit viareggio

ultimo aggiornamento: 22-02-2019


Anziana trovata morta in casa, a dare l’allarme sono stati i vicini

Carnevale, terzo corso da sold out