Vede la Polizia e nasconde la droga nelle scarpe: preso - Cronaca Viareggio, Top news Versiliatoday.it

Vede la Polizia e nasconde la droga nelle scarpe: preso

Processato per direttissima il marocchino è stato condannato alla misura del divieto di dimora dal Comune di Viareggio

Il personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Viareggio, congiuntamente al personale del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze, ha tratto in arresto un cittadino marocchino per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Durante un servizio di controllo del territorio una pattuglia del reparto prevenzione crimine notava nei pressi di via Enrico Paladini un uomo che alla vista degli agenti in divisa si allontanava con fare sospetto.

I poliziotti decidevano, pertanto, di fermare e sottoporre a controllo l’uomo, B. Mnato nel 1985 in Marocco ma residente con regolare permesso di soggiorno a Viareggio.

Sul posto intanto giungeva anche personale della Squadra Anticrimine del Commissariato e, a seguito del controllo, venivano rinvenute diverse parti di sostanza stupefacente di tipo hashish già confezionate e pronte ad essere vendute che l’uomo occultava all’interno delle scarpe.

L’uomo aveva con sé anche un mazzo di chiavi ed un telefono cellulare che continuava a ricevere chiamate anche durante il controllo, verosimilmente da parte di potenziali clienti. Infatti, poco dopo, personale in borghese della Squadra Anticrimine fermava un giovane lì nelle vicinanze, il quale dichiarava spontaneamente che si stava recando ad acquistare della droga dall’uomo fermato e che aveva provato a contattarlo telefonicamente.

Quanto al mazzo di chiavi, invece, il personale di polizia decideva di verificarne la destinazione, scoprendo che aprivano un camper parcheggiato nel quartiere Varignano a Viareggio e, in cui l’uomo vi dimorava abitualmente.

Giunti presso il suddetto camper, il personale procedeva a perquisizione rinvenendo altra sostanza stupefacente nascosta all’interno; nonché denaro contante e materiale per il confezionamento, in particolare un coltello per tagliare la droga e il cellophane per confezionarne le dosi.

A questo punto, l’uomo veniva condotto presso gli Uffici del Commissariato per essere sottoposto a fotosegnalamento da parte del personale di polizia scientifica e, successivamente per essere posto in stato d’arresto; la sostanza stupefacente, per un peso complessivo di circa 90 grammi, veniva invece sottoposta a sequestro.

Nella mattinata l’uomo è stato processato con il rito direttissimo avanti il Tribunale penale di Lucca e condannato alla misura del divieto di dimora dal Comune di Viareggio.

Aggiornato il: 07-03-2019 13:02