Pietrasanta non spreca più, gli “avanzi” buoni di bar, pasticcerie, ristoranti e panifici per i giorni della carità

La risposta è stata fin qui molto positiva. In poche settimane sono già almeno una decina tra bar, pasticcerie, ristoranti, panifici e gelaterie le aziende ed i negozi che hanno aderito all’iniziativa di Azzurra Onlus per aiutare famiglie, padri, madri ed anziani in difficoltà economiche e sociali. L’associazione, presieduta da Franco Coluccini e sostenuta dai volontari è impegnata da anni nella raccolta e distribuzione dei pacchi alimentari a centinaia di famiglie della Versilia Storica. Non solo quindi di Pietrasanta.

 

Il nuovo servizio “IoNonSpreco” lanciato dall’associazione pietrasantina sta andando oltre le più rosee aspettative. Il cibo avanzato, dalla pasta fresca al pane passando per ortaggi, latte ed altri generi di prima necessità viene ritirato giornalmente dai volontari dell’associazione e distribuito in occasione dei giorni della carità tutti i lunedì, mercoledì e venerdì. “Il messaggio è arrivato ai destinatari – ammette l’assessore al sociale, Elisa Bartoli – che ringrazio a nome dell’amministrazione per sostenere questa iniziativa molto importante per chi non riesce a mettere insieme il pranzo con la cena. E sono fortunatamente tanti. Buttare via il cibo, anche fosse solo poco, è mancanza di rispetto nei confronti di chi, quel boccone, non può permetterselo. Vogliamo aiutare gli altri, chi sta peggio di noi, e noi, intendo noi cittadini, non dobbiamo fare nulla di speciale se non evitare di buttare via il cibo. E’ una sfida che la nostra comunità sta già vincendo. Nei nostri sportelli sociali, ogni anno, sono quasi tre mila gli accessi: – prosegue la Bartoli – significa che c’è un disagio sociale ed economico molto importante. Come amministrazione ci siamo subito impegnati, così come prevede il nostro mandato, per attivare strumenti ed iniziative per aiutare chi è stato poco fortunato. Grazie a Franco e ai suoi volontari per quello che fanno ogni giorno e a tutti coloro che si sono lasciati coinvolgere e ai tanti che so lo faranno nei prossimi mesi”.

 

Il progetto “IoNonSpreco” si è già conquistato anche le pagine di un importante periodico nazionale e la curiosità di molte amministrazioni comunali intenzionate a replicare, nei rispettivi, territori l’esperienza di Pietrasanta. “Questo progetto – spiega Coluccini – funziona solo se c’è partecipazione, coinvolgimento e condivisione di un obiettivo che è semplice: aiutare gli altri. Non costa nulla e non impegna. Sono felice che altri comuni siano interessati al nostro progetto. Noi ci mettiamo il nostro impegno, la nostra passione ed il nostro tempo. Aiutare gli altri deve diventare un’abitudine”.

 

Per promuovere e rendere chiaro il servizio e le modalità è stata realizzata anche una guida molto semplice per spiegare chi può aderire, come funziona, i prodotti che possono essere donati ed il servizio di ritiro. Per informazioni e donazioni basta telefonare al 392.7518652.

Aggiornato il: 09-03-2019 12:36